Il fiume di Annibale, proiezione al cinema Corso

Un cortometraggio per raccontare la battaglia della Trebbia in un modo totalmente inedito, ovvero dal punto di vista del fiume, e una tavola rotonda con i rappresentanti delle istituzioni per affrontare i temi della tutela e valorizzazione dei luoghi che a questo racconto fanno da sfondo.

È il ricco programma dell’evento che si terrà mercoledì 20 febbraio alle 17 presso il cinema Corso di Piacenza nell’ambito delle iniziative collaterali che affiancano la grande mostraAnnibale un mito mediterraneo in corso a Palazzo Farnese.

Anzitutto il cortometraggio: Il fiume di Annibale è diretto da Giacomo Gatti, prodotto dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano e realizzato da TerraTrema Film.

Scritto dallo stesso Gatti con Elia Gonella, ha la consulenza storica di Giovanni Brizzi (curatore scientifico della mostra su Annibale) e il progetto editoriale di Giangiacomo Schiavi. Il fiume di Annibale narra lo scontro leggendario e tragico tra il condottiero cartaginese e i romani, facendolo rivivere, in nove minuti, attraverso la potenza evocativa della natura e dei luoghi autentici che hanno visto passare la Storia.

Ripreso con le più sofisticate tecnologie cinematografiche in 4K, Il fiume di Annibale vuole essere il primo capitolo per un più ampio racconto sulla Trebbia e le sue valli.

Un itinerario da tutelare e da valorizzare perché rappresenta un modello avanzato di sostenibilità: con l’acqua, la natura, i tesori d’arte, le testimonianze del passato e il capitale umano che trasforma i sogni in impresa. Intorno a questo fiume e alla sua storia continua oggi un altro racconto: quello di paesi e borghi da vivere, da amare e da difendere.

Se ne parlerà nella tavola rotonda Un sogno lungo il Trebbia. Con il giornalista Giangiacomo Schiavi dialogheranno il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il sindaco di Piacenza e presidente della Provincia Patrizia Barbieri e il presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Massimo Toscani.

La proiezione è ad ingresso libero.

Giacomo Gatti vive e lavora a Milano come regista, docente e giornalista. Ha diretto documentari e fiction tra cui il film Palladio d’imminente uscita nei cinema (maggio 2019) e Michelangelo, il cuore e la pietra con Rutger Hauer e Giancarlo Giannini che ha inaugurato il canale Tv Sky Arte. Dal 2005 ha collaborato a tutti i documentari del regista Ermanno Olmi. Insegna al Politecnico di Milano nella Facoltà Design degli Interni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.