PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Giallo e Nero”, alla Passerini incontro con Roberto Perrone

Sarà lo scrittore Roberto Perrone, con il suo ultimo romanzo “L’estate degli inganni” edito da Rizzoli, il protagonista del terzo appuntamento con la rassegna “Giallo e nero” alla biblioteca Passerini Landi, venerdì 22 febbraio alle 17.30 nella cornice del salone monumentale.

Nato in Liguria, Roberto Perrone ha cominciato al “Giornale” di Montanelli e per trent’anni è stato inviato del “Corriere della Sera” dove si è occupato di sport, cucina e viaggi. Oltre alla serie per ragazzi “Banana Football Club” e a quattro libri di ricette per tifosi di calcio tutti editi da Fabbri, Perrone ha pubblicato quattro romanzi – “Zamora” e “La Lunga” (Garzanti), “Averti trovato ora” (Mondadori) e “La seconda vita di Annibale Canessa” (Rizzoli) – prima de “L’estate degli inganni”, noir che vede di nuovo protagonista l’ex colonnello dei carabinieri Annibale Canessa, già ai vertici del Nucleo antiterrorismo durante gli anni di piombo.

Sguardo obliquo che incenerisce o seduce, implacabile charme da eroe solitario, “Carrarmato Canessa” sembra cambiato, adesso che divide la sua vita con Carla Trovati, la giovane, irresistibile giornalista capace di stregargli il cuore.

Ma per chi, malgrado tutto, continua a credere nella giustizia, niente può cambiare davvero. E quando il Mossad gli fornisce la prova per riaprire il caso dell’attentato alla stazione, la strage consumata in una torrida estate d’inizio anni Ottanta, Canessa decide d’investigare.

In principio con ritrosia, poi con la testarda determinazione che l’ha reso una leggenda. Oscure presenze del passato stanno tornando per ingaggiare una partita letale.

Così Annibale si lascia coinvolgere in un intrigo che rimanda ai segreti della guerra fredda e al conflitto invisibile combattuto, tre decenni prima, dalle grandi potenze nei cieli del Mediterraneo. Al suo fianco, i “soci” di sempre: il fidato maresciallo Ivan Repetto, l’eccentrico miliardario Piercarlo Rossi, detto “il Vampa”, e il prefetto Calandra, dirigente dei Servizi con la passione per la buona cucina e le belle donne.

Mentre indaga sugli enigmi dell’estate di sangue, stagione d’inganni, depistaggi e tradimenti che ha spazzato via l’ultimo resto di innocenza in Italia, Canessa finirà per mettere in gioco ciò che gli è più caro in nome della verità.

A dialogare con l’autore sarà Benedetta Barbieri, moderatrice di tutti gli incontri della rassegna “Giallo e nero” giunta alla sesta edizione. I prossimi in calendario saranno il 2 marzo con Bruno Morchio e il 30 marzo con Romano De Marco.

Agli eventi in programma nel salone monumentale della biblioteca Passerini Landi, se ne aggiunge un altro presso il Punto Prestito della Besurica, dove sabato 9 marzo a presentare la sua ultima fatica tra giallo e nero sarà Rosa Teruzzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.