Lega “Piacenza sta con Salvini, Bonaccini se ne vada”

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa della segreteria provinciale della Lega di Piacenza, in merito alla presa di posizione del “carroccio” a favore del Ministro dell’Interno Matteo Salvini e contro il presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, che ha recentemente presentato un ricorso sul Decreto Sicurezza.

“La provincia di Piacenza sta con Salvini e invita Bonaccini ad andarsene”. Ne è convinta la segreteria della Lega provinciale di Piacenza, sostenuta dai numeri emersi dalle raccolte di firme che il Carroccio ha allestito in diversi comuni del Piacentino durante il fine settimana.

Le petizioni, due, avevano per oggetto il sostegno al ministro dell’Interno, Matteo Salvini, e lo stop al ricorso al suo Decreto Sicurezza portato avanti dal presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini.

Secondo il Carroccio sono oltre duemila i cittadini che si sono espressi per chiedere al ministro di continuare sulla propria linea di contrasto all’immigrazione e al tempo stesso si sono mostrati in disaccordo con l’azione di Bonaccini.

“La popolazione” – fa sapere la segreteria leghista – “sprona Salvini a non arretrare di un passo: la considerevole riduzione degli sbarchi sulle coste italiane, importante segnale di cambiamento del paese, sta mietendo consensi. Il messaggio deve risultare chiaro a chi osteggia il ministro sul fronte politico e su quello giudiziario: la gente sta dalla parte sua e della Lega, non certo da quella di Bonaccini, al quale è stato recapitato il primo avviso di sfratto.

L’iniziativa del presidente – insiste la Lega piacentina – è dunque frutto della disperazione di chi vede l’adesione della gente alla linea di un governo che sta operando bene.

Il supporto dei tanti piacentini a Salvini, contrapposto alle poche centinaia di persone radunatesi in piazza Cavalli per dire sì all’immigrazione al seguito di chi non si è mai impegnato a favore degli italiani in difficoltà, sia letto correttamente da Bonaccini e dal Pd: a Bologna i piacentini chiedono un cambio di passo».

Ai gazebo hanno partecipato il consigliere regionale Matteo Rancan, il senatore Pietro Pisani e la deputata Elena Murelli, insieme a diversi amministratori del territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.