Minacciava la madre adottiva per comprare stupefacenti, 30enne in manette

Minacciava la madre adottiva per comprare la droga, arrestato 30enne. E’ stata l’ennesima violenta lite con la donna, che ha poi denunciato le angherie subite nel corso del tempo, a far scattare l’intervento dei carabinieri.

L’uomo, un piacentino pregiudicato, è finito in manette con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.

Il 30enne, secondo quanto riferito dall’Arma, aveva da tempo problemi con la droga che lo avevano portato a fare continue richieste di denaro ai propri familiari – la madre adottiva ed il figlio naturale della donna – per l’acquisto di sostanze stupefacenti.

La donna ha raccontato ai carabinieri che già in precedenza aveva subito minacce, sfociate il più delle volte in aggressioni fisiche e verbali. Circa una settimana fa l'”escalation” di violenza, che ha portato il giovane a distruggere mobili e serramenti dell’abitazione con una mannaia.

I militari intervenuti, stante la flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia, hanno fermato, portato in caserma per le formalità di rito ed arrestato il 30enne piacentino, poi condotto al carcere di Piacenza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.