PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuove aree commerciali, Confesercenti “Troppe chiusure di negozi di vicinato, decidiamo insieme”

“Siamo consapevoli che il compito che graverà nei prossimi mesi sulle amministrazioni comunali risulterà oltremodo impegnativo e gravoso”.

Questo il commento di Fausto Arzani, Direttore di Confesercenti Piacenza, sul tema della possibile autorizzazione di nuove aree a destinazione commerciale.

“E’ del tutto evidente – prosegue – che le preoccupazioni che avevamo manifestato nel momento della approvazione della nuova legge urbanistica regionale si stanno puntualmente verificando. In particolare per quanto attiene all’accelerazione dei processi di presentazione delle manifestazioni di interesse per poter rientrare all’interno della prima fase attuativa che i vari comuni della nostra regione dovranno definire a livello di programmazione”.

“Ecco quindi, ad esempio, che da giorni i media locali evidenziano il fatto che al comune di Piacenza siano state presentate decine di richieste per una impressionante sommatoria di possibili nuove aree commerciali che sfiora i 50 mila metri quadrati”.

Numeri e dimensioni, spiega Arzani, “che preoccupano fortemente la nostra categoria già pesantemente provata dalle innumerevoli chiusure di esercizi di vicinato degli ultimi anni che hanno portato ad un vero e proprio diradamento e desertificazione sul territorio con evidenti ricadute anche dal punto di vista sociale. In particolare riguardo alle categorie maggiormente esposte come gli anziani e le persone sole che spesso faticano nel reperire generi di prima necessità”.

“Tutti i Comuni della provincia, salvo rare eccezioni, in questi mesi dovranno confrontarsi con queste problematiche, con le tante pressioni ed aspettative che i richiedenti avanzeranno. Siamo certi che sapranno elaborare una progettualità che possa mantenere un giusto equilibrio per garantire tutti gli interessi e le aspettative in campo”.

“Auspichiamo – aggiunge quindi Arzani – che le scelte vengano operate a seguito di percorsi veramente partecipati e condivisi e che, senza pregiudizi, siano ascoltate e valutate con reale attenzione ed interesse tutte le osservazioni, rilievi come pure le obiezioni e le critiche costruttive. In particolare che si operino valutazioni ad ampio raggio e prospettate al futuro e non solo alla contingenza ed all’immediato (quelle ad esempio legate alla riqualificazione ed al recupero di aree dismesse come al recupero di oneri)”.

“Come sempre – conclude – Confesercenti Piacenza porterà il proprio contributo di idee, esperienza e passione. Lo farà in modo equilibrato e ponderato ma nello stesso tempo fortemente determinato e risoluto forte del mandato per la tutela delle tante piccole imprese del territorio che garantiscono un servizio ed un supporto vitale ai piacentini”.

“Le scelte dei prossimi mesi risulteranno decisive per garantire la sopravvivenza della nostra categoria, noi continueremo a rappresentarlo ed a ricordarlo con forza quando si dovranno prendere determinate decisioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.