Virtus RiverPonte schianta le Gazze di Canossa e resta quarta

Più informazioni su

BASKET PROMOZIONE. UNA VIRTUS RIVERPONTE STELLARE SCHIANTA LE GAZZE DI CANOSSA E SI MANTIENE AL QUARTO POSTO DELLA CLASSIFICA

VIRTUS RIVER PONTE PONTE – GAZZE DI CANOSSA 99/73 (29/15, 46/39, 67/54, 99/73)

VIRTUS: COTTINI 14, GREGORI 20, BRICCHI 22, BACIGALUPI 11, MORI, MERLI 11, DI GIORGIO 11, MASSARI, BERNINI 2, MAGGI, MARKOVIC 8, VILLANI. ALLENATORE LUCEV

Dopo due sconfitte consecutive una grande Virtus, forse mai vista in questa stagione, vince e domina contro la forte compagine reggiana composta da parecchi giocatori esperti e di indubbio talento.

La Virtus parte con le marce altissime prendendo letteralmente a schiaffi la difesa ospite che fatica ad organizzarsi. Di Giorgio e Bricchi che alla fine disputeranno una partita “mostruosa” per intensità, punti realizzati e rimbalzi iniziano a segnare da tutte le posizioni, gli ospiti reagiscono con l’esperto Fontanesi e Bizzocchi, ma le 2 bombe di Marckovic e Bricchi consentono di chiudere il 1° quarto sul punteggio di 29 a 15.

Al ritorno in campo inizia lo show personale di capitan Gregori che in contropiede segna tre canestri esaltando le sue doti di velocista puro ma il solito Fontanesi risponde colpo su colpo tanto che il periodo si chiude 46 a 39 a favore dei padroni di casa.

Nel 3 quarto Di Giorgio mette a referto in men che non si dica 5 punti e riesce a controllare in maniera pregevole il lungo Fontanesi che sarà poi costretto ad uscire per il 5 fallo. Le ritrovate Bombe del Baci e di Merli permettono alla Virtus di chiudere il parziale in vantaggio 67 a 54.

Nell’ultimo periodo la partita si innervosisce troppo tanto che gli arbitri iniziano a fischiare falli antisportivi e tecnici che determinano l’espulsione di un giocatore Reggiano.
La partita è però ormai incanalata nella giusta direzione e Cottini che si ricorda di essere tra i migliori realizzatori del campionato sale in cattedra e oltre ad una ottima difesa mette a referto 10 punti consecutivi.

Nonostante la tensione dei minuti finali con qualche colpo proibito di troppo i giovani della Virtus incrementano ulteriormente il vantaggio, anche grazie al prezioso contributo di tutti i giocatori tanto da chiudere sul punteggio di 99 a 73.

Da segnalare la buona prestazione di Massari, Villani e Maggi che stanno ritrovando un buono stato di forma, il contributo di Bernini sotto le plance e il debutto di Mori che ha offerto una prestazione convincente che fa ben sperare in chiave Play off.

Da segnalare inoltre le 15 bombe messe a referto e un migliorabile 12 su 27 ai liberi.

Alla fine della partita tutta la squadra con coach Lucev e con i dirigenti Virtus, assolutamente soddisfatti, si sono ritrovati al Circolo Athena a festeggiare con la grande Musica heavy metal di Pino Scotto.

Dopo il turno di riposo, massima concentrazione a Parma contro Planet, grande delusa dal campionato, affamata di punti in chiave salvezza. (nota stampa)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.