PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Rubriche di PiacenzaSera.it - UniCatt

In Cattolica il convegno sul valore dell’acqua “A Piacenza muove il 25% dell’economia”

Giornata mondiale dell’acqua, anche la Cattolica di Piacenza tiene alta l’attenzione su un tema cruciale per il futuro dell’ambiente e dell’economia del Paese con un convegno dal titolo “Il Valore dell’Acqua – Coltiviamo insieme il nostro Futuro”, organizzato insieme al Consorzio di Bonifica di Piacenza.

Nella mattinata del 22 marzo è andato in scena un dibattito, seguito da una tavola rotonda, che ha coinvolto alcuni dei principali attori responsabili della gestione e dell’utilizzo di questo bene primario.

“In occasione della Giornata Mondiale dell’acqua un ragionamento su questo argomento è doveroso – ha commentato Fausto Zermani, presidente del Consorzio di Bonifica – In questa giornata vogliamo portare all’attenzione di tutti l’importanza che ha l’acqua per l’economia del nostro territorio”.

“Solo nel settore dell’agricoltura, l’acqua muove annualmente 550 milioni di euro – ha evidenziato – Senza contare che la prima industria per utili a Piacenza, la Colla che fattura 300 milioni all’anno, è impegnata in un settore come quello lattiero – caseario dove l’acqua è un elemento importante sia nei processi di trasformazione, che di produzione della materia prima”.

Inevitabile un commento da parte di Zermani sulla situazione precipitazioni, quest’inverno particolarmente scarse, ma che in linea generale negli ultimi anni stanno mantenendo un andamento costante “Nell’arco dell’anno in realtà le precipitazioni sono sostanzialmente in equilibrio – ha evidenziato – quello che succede è che si stanno manifestando le piovosità in modo diverso. E’ sempre più urgente, quindi, andare a realizzare quelle opere che servono alla mitigazione dei flussi veloci dell’acqua in quanto creano dissesto, andandola poi a stoccare per avere disponibilità nei periodi successivi”.

Tema fondamentale per il futuro diventa quindi la conservazione e l’ottimizzazione delle risorse, come spiegato dal Presidente di Coldiretti Piacenza Marco Crotti, per l’occasione in rappresentanza della Camera di Commercio di Piacenza “E’ fondamentale diffondere una cultura della gestione della risorsa completamente diversa – ha evidenziato -. Dalla parte agricola sono stati fatti importanti investimenti per il risparmio idrico: la conservazione e la valorizzazione delle risorse idriche è la vera sfida per il futuro”.

Convegno

“L’acqua determina circa il 25% dell’economia della nostra provincia – ha poi sottolineato – senza andare a considerare l’indotto sull’occupazione e i servizi. Inoltre, visto che stiamo investendo in maniera importante anche sulla nostra immagine turistica, come Provincia abbiamo bisogno assolutamente di un territorio coltivato, vivo e verde”.

Durante la mattinata sono intervenuti, poi, Paolo Rizzi, Direttore del Laboratorio di Economia Locale, Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza – con un “focus” sulle ricadute economiche generate dal Consorzio di Bonifica e dall’acqua che transita sul territorio – il professor Paolo Sckokai, Docente Facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, che ha affrontato il tema delle nuove prospettive nell’economia dell’acqua; Pierluigi Viaroli, Docente di Ecologia, Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale, Università degli Studi di Parma, con un intervento sul tema dei fiumi del terzo millennio con vecchi problemi e nuovi scenari, e infine Francesco Vincenzi, Presidente dell’ANBI, con una panoramica sulle politiche dell’acqua in Italia.

Successivamente dagli interventi si è sviluppata quindi una tavola rotonda, che ha accolto in modo dinamico quanto emerso dagli interventi precedenti, con protagonisti Simona Caselli, Assessore all’agricoltura, caccia e pesca, Regione Emilia Romagna; Meuccio Berselli, Segretario Generale dell’Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po; Marco Crotti; Marco Trevisan, Preside Facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali, Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e Fausto Zermani.

Murelli e Pisani (Lega): “Necessario trattenere l’acqua, il governo ha stanziato i fondi” – “Il convegno ha evidenziato molto bene la necessità di trattenere l’acqua con invasi o laghi. Fronteggiare le crisi idriche, sempre più frequenti, diventerà strategico per tutelare l’agricoltura e l’ambiente”.

Lo hanno affermato i parlamentari piacentini della Lega, Elena Murelli e Pietro Pisani, che hanno partecipato al convegno all’Università Cattolica. Entrambi hanno ricordato l’impegno del Governo che “ha stanziato fondi per i Consorzi di bonifica (177 milioni), per la lotta al dissesto idrogeologico anche nel decreto “Sblocca Cantieri””.

“Per salvaguardare i territori, evitare disastri e garantire l’acqua – mettendo un freno alla dispersione e allo spreco – all’agricoltura che poi genera il tesoro agroalimentare italiano, Murelli e Pisani hanno citato la saggezza popolare piacentina con il detto che bisogna “prendere l’acqua quando corre”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.