PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Dal 2013 perso un decimo dei negozi” Il calo più alto in regione

Più informazioni su

Nel periodo 2013-2018 nei principali centri dell’Emilia Romagna, si è registrata una diminuzione delle attività commerciali pari a 920 unità.

A mettere in fila i numeri è la Confesercenti regionale, secondo cui la diminuzione più consistente, in termini assoluti, si è registrata a Bologna con un calo di 187 aziende, a Ravenna con 118 e a Rimini con 114.

A Piacenza la contrazione è stata di 107 unità, con la percentuale è più alta in regione (- 10,4), seguita da Ravenna (- 9%) e Cesena (- 7,4%).

Secondo la rilevazione le realtà che vedono, al contrario, una diminuzione meno consistente sono, in termini assoluti, Imola (- 30 imprese) e, in termini percentuali, Modena (- 2,9%).

Il calo si è registrato soprattutto fra le imprese specializzate (le non specializzate, infatti, sono diminuite di una sola unità e hanno aumentato il loro peso sul settore dal 12% al 13%).

tabelle negozi Confesercenti

I dati con i negozi nel 2018I settori più colpiti sono stati l’abbigliamento, le calzature e gli articoli in pelle (- 277 aziende), gli articoli culturali e creativi (libri, giornali, cartolerie e articoli sportivi – 253) e gli articoli per la casa (mobili, casalinghi, vernici ecc.- 234).

Sono aumentati, invece, i negozi di apparecchiature informatiche e telecomunicazioni (+ 41).

Sono aumentate anche le attività di alloggio e ristorazione. Nel primo caso di 201 unità, nel secondo di 666. Per quanto riguarda l’alloggio, l’aumento è dovuto alla forte crescita di Bologna (+ 148 imprese), seguita a distanza da Ferrara (+28), mentre Rimini registra un calo di 18 unità.

tabelle negozi Confesercenti

I dati con i negozi nel 2013La tipologia che è cresciuta di più è stata quella degli affitti brevi, b&b e residence, passata da 274 a 491 unità, con una forte crescita in particolare a Bologna (da 76 a 221).

Nel settore della ristorazione, a fianco della crescita notevole delle imprese a Bologna (+ 247), si sono registrati buoni incrementi a Parma (+103), Modena (+101) e Reggio Emilia (+72).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.