“Educazione alla legalità economica”, la GdF incontra gli alunni di Alta Valtidone foto

Più informazioni su

Nell’ambito del protocollo d’intesa stipulato dal comando generale della Guardia di Finanza con il ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca dal quale trae origine il progetto “Educazione alla legalità economica”, i finanzieri del comando provinciale di Piacenza hanno incontrato gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’Alta Val Tidone.

Il progetto mira a descrivere l’attività della Guardia di Finanza a contrasto degli illeciti fiscali, dello sperpero di danaro pubblico, della contraffazione, delle violazioni dei diritti d’autore nonché di quelle in materia di criminalità organizzata e di sostanze stupefacenti.

L’intento è di “far maturare la consapevolezza del valore della legalità economica, al fine di creare e diffondere il concetto di “sicurezza economica e finanziaria”, divulgando in tal modo il messaggio della “convenienza” della legalità economico-finanziaria”.

Attraverso l’uso di specifici “kit-multimediali” posti a disposizione dal comando generale della guardia di finanza, contenenti alcuni filmati differenziati a seconda dell’età degli alunni, è stata stimolata l’attenzione dei numerosi ragazzi presenti, che hanno dimostrato particolare interesse per l’argomento della legalità.

Numerosi sono stati gli interventi degli alunni con domande pertinenti nei vari settori di servizio del corpo; particolare interesse ha poi destato la dimostrazione pratica dell’unità cinofila presente all’incontro.

“Tali occasioni di confronto – sottolinea il comando provinciale – si prefiggono, infine, lo scopo di stimolare nei giovani una maggiore consapevolezza del proprio ruolo di cittadini del futuro e del delicato ruolo rivestito dal corpo, quale organo di polizia vicino a tutte le persone, delle quali tutela il bene fondamentale delle libertà economiche e della legalità”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.