Una Giulietta per il sindaco. Palazzo Mercanti acquista un’auto di rappresentanza

Una Giulietta per il sindaco, palazzo Mercanti acquista un’auto di rappresentanza per l’amministrazione comunale.

Il provvedimento è inserito nel bilancio di previsione dell’ente, presentato in commissione dall’assessore Paolo Passoni.

Si tratta in realtà di una voce inserita in un ben più ampio piano di contenimento della spesa, da parte del Comune di Piacenza, come previsto dalla legge finanziaria del 2008, ha spiegato Passoni.

Questo significa che gli enti pubblici debbano ricorrere a misure di razionalizzazione dell’utilizzo di dotazioni strumentali, informatiche, dei mezzi di servizio e dei beni immobili ad uso abitativo e di servizio.

Per quanto riguarda le dotazioni informatiche, ad esempio, si provvederà a dismettere quelle obsolete, riducendo i costi di manutenzione, rivendendo al tempo stesso i contratti per questo tipo di prestazioni, anticipa l’assessore.

L’acquisto dell’auto “del sindaco” (come viene comunemente intesa), rientra in questa logica di razionalizzazione, continua Passoni, e “consentirà di risparmiare parecchi soldi, invece di continuare a ricorrere al noleggio di una macchina, come fatto finora”.

Il canone di noleggio, per l’utilizzo della Polo Station Wagon utilizzata in precedenza per questo scopo, ammonta a 400 euro al mese. Vale a dire 4.800 euro all’anno.

Grazie al portale elettronico della pubblica amministrazione è stato invece possibile procedere all’acquisto di una Giuletta Alfa Romeo, con un investimento economico pari a 13mila/14mila euro.

Una berlina italiana, che potrà essere utilizzata dal sindaco Barbieri e dagli altri amministratori di palazzo Mercanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.