Il goloso carnevale di Coldiretti a Buon Vivere foto

Una marea di dolci ha invaso lo stand Coldiretti a Buon Vivere.

A preparare i farsò di Carnevale, tipico dolce delle nostre valli, ci ha pensato l’azienda agricola Francesco Chinosi di Groppallo che durante un affollato showcooking nello stand Coldiretti di Buon vivere, ha mostrato come preparare lei frittelle dolci della nostra tradizione. Una grande ape regina ha preso invece forma sotto gli occhi dei numerosi visitatori durante un seguitissimo showcooking grazie all’abilità del pastry chef Aldo Scaglia.

Il pasticcere di Falicetto ha realizzato una scultura di cioccolato composta da un alveare e un’ape regina accompagnata da due api operaie con cioccolato bianco, fondente e pasta di zucchero.

Il primo firmatario del marchio Terre di Valori, nato a Expo 2015, per raggruppare le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio, ha anche offerto al pubblico decine di zolle: cioccolatini realizzati con farine antiche, cioccolato fondente e mandorle ideati proprio durante l’esposizione universale.

Durante la giornata di domenica altri dolci hanno invaso lo stand; dalle sprelle al miele passando per frittelle, chiacchere e turtlitt.

Le proprietà benefiche del miele sono state illustrate dalle dietiste Monica Maj e Federica Grandi che hanno sottolineato come questo prodotto naturale riesca a supplire brillantemente lo zucchero e hanno sfatato il mito dei benefici del miele nel latte caldo; le alte temperature infatti riducono la biodisponibilità della vitamina C.

Durante l’incontro dedicato a Uecoop, il direttore di Coldiretti Piacenza Giovanni Luigi Cremonesi, ha presentato il caseificio Val Tidone come un’eccellenza del territorio per la valorizzazione del latte e del Grana Padano, prodotto da tutelare e difendere in un periodo in cui l’Italian Sounding sta danneggiando anche questa importante DOP italiana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.