PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Rubriche di PiacenzaSera.it - UniCatt

La sfida della dimensione di impresa in un ciclo di incontri in Cattolica

Più informazioni su

“Piccola o grande? La sfida della dimensione di impresa” è il titolo del ciclo di incontri promosso dalla Facoltà di Economia e Giurisprudenza della sede piacentina dell’Università Cattolica.

Il ciclo di seminari è organizzato dal prof. Paolo Rizzi nell’ambito del Corso di Economia Applicata e dalla prof.ssa Franca Cantoni nel Corso di Organizzazione Aziendale.

Il primo incontro si terrà mercoledì 20 marzo dalle ore 9.30 alle ore 10.30 in Aula Buzzetti con l’intervento della Dott.ssa Luciana Manco, Responsabile Risorse Umane, Bolzoni Spa.

I successivi incontri sono in programma dalle ore 9.30 alle ore 10.30 in aula Buzzetti mercoledì 27 marzo, con l’Avv. Corrado Sforza Fogliani, Presidente Comitato Esecutivo Banca di Piacenza e Presidente Associazione Nazionale Banche Popolari e mercoledì 3 aprile con il Dott. Matteo Tirotto, General Manager BU US Brands – L’Oreal Luxe Italy.

IL TEMAFilo conduttore degli incontri il tema della dimensione dell’impresa che è oggetto di studi economici da molti decenni. Da un lato le economie di scala rappresentano una spinta molto forte ad aumentare le quantità di prodotto o di servizio per ottenere guadagni in termini di minori costi medi, ma gli imprenditori sono spinti ad allargare la propria scala produttiva anche per crescere di fatturato, occupazione e potere di mercato, non solo di profitti.

Dall’altro lato va tuttavia riconosciuto come esistano anche settori dove la piccola dimensione permette condizioni di competitività altrettanto consistenti e soprattutto dove le diseconomie di scala diventano cospicue: perdita di flessibilità, costi del management, sradicamento dai bisogni del territorio, spersonalizzazione della produzione e nel rapporto con i clienti.

Si può quindi affermare che ci sia spazio nel mercato e nelle realtà collettive, di forme ibride di impresa: piccola e grande, locale e internazionale, profit e non profit, sociale e commerciale, individuale e cooperativa. Proprio la reciproca fertilizzazione di forme organizzative, approcci al mercato, al profitto e alla persona possono stimolare un’evoluzione più equilibrata dei sistemi economici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.