A Piacenza Expo visitatori a quota 36mila per Seminat, Apimell e Buon Vivere fotogallery

Numeri in crescita per l’edizione 2019 di Apimell, Seminat e Buon Vivere, le tre storiche mostre-mercato di primavera organizzate da Piacenza Expo.

La tre giorni dedicata ai prodotti e alle tecnologie per l’apicoltura, al giardinaggio e all’orticoltura e alle eccellenze enogastronomiche delle regioni italiane, iniziata venerdì scorso e conclusasi domenica pomeriggio, ha infatti portato nei padiglioni di Piacenza Expo 36mila visitatori, circa il 5% in più rispetto all’edizione del 2018.

Apimell si è confermato ancora una volta il miglior appuntamento europeo per le tecnologie e le attrezzature dell’apicoltura. Patrocinata dal Ministero delle Politiche Agricole ed organizzata grazie alla partnership delle principali associazioni del mondo apistico – come la Federazione Apicoltori Italiani, l’Unione Nazionale Associazioni Apicoltori Italiani e l’Associazione Nazionale Apicoltori Italiani – Apimell ha offerto agli operatori del settore presenti qualificati convegni tematici e seminari formativi.

Per l’occasione, è stata anche presentata in anteprima la nuova legge varata recentemente dalla Regione Emilia Romagna in materia di apicoltura.

Promozione a pieni voti anche per Seminat, sempre più interattivo con lezioni dal vivo per la cura delle piante e le buone pratiche orticole. Ottimo successo di pubblico interessato anche alle proposte green messe in mostra dagli espositori presenti e provenienti da tutta Italia.

Conferme e grande interesse da parte del pubblico anche per Buon Vivere, mostra che ha ospitato anche gli stand di Coldiretti, Confcooperative e del Consorzio Salumi Piacentini che hanno offerto una vetrina promozionale del nostro territorio. Il ristorante gestito dal Campus Scolastico Agroalimentare Raineri-Marcora ha inoltre offerto momenti conviviali, e animato la mostra con degustazioni preparate dagli studenti del settore alberghiero.

Per l’occasione a Piacenza Expo anche lo stand informativo del Consorzio Promo Piacenza Emilia e quello di Destinazione Emilia, che si è presentata con un point dedicato all’area vasta turistica. Nel complesso, le tre mostre hanno fatto segnare un ottimo volume di transazioni commerciali a conferma del format fieristico capace di intercettare diversi target di visitatori.

“Il bilancio di questa edizione – commenta l’Amministratore Unico di Piacenza Expo, Giuseppe Cavalli – è altamente positivo e conferma il trend di crescita che, da oltre un anno, sta caratterizzando tutte le nostre manifestazioni. Abbiamo portato sul territorio piacentino più di 36mila visitatori in un solo fine settimana, persone che, oltre a visitare le tre mostre che abbiamo organizzato, hanno potuto conoscere anche le nostre tipicità e le nostre eccellenze agroalimentari.

La mission di Piacenza Expo, del resto, è proprio questa: promuovere e valorizzare il territorio con tutti i suoi punti di forza e di eccellenza”. Apimell ritornerà a Piacenza Expo il 26 e il 27 ottobre per l’Edizione Autunnale, che sarà incentrata sulle innovazioni nel settore con una retrospettiva sulle migliori produzioni dell’annata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.