Al Garilli il Piacenza passa al 92′ con un rigore di Ferrari (1-0) COMMENTO

PIACENZA – PISTOIESE (1-0) FINALE

Ferrari (r) al 92′

Dopo una partita rimasta inchiodata sullo zero a zero per tutti 90 minuti, succede tutto nel recupero. I biancorossi le hanno provate tutte per violare la porta toscana, spingendo per tutto il match.

Alla fine decide il rigore trasformato da Ferrari al 92′ e concesso per fallo da ultimo uomo di Cagnano su Di Molfetta dopo uscita a vuoto di Pagnini, con il difensore della Pistoiese che è stato anche espulso.

Biancorossi che salgono a 55 punti in classifica, a meno due dalla Virtus Entella.

Garilli Piacenza e Pistoiese

IL COMMENTO di Luigi Carini – Piacenza-Pistoiese, ovvero storia di un copione annunciato.

Previste le difficoltà che avrebbe incontrato il Piacenza di fronte ad una squadra solida, solidissima, come la Pistoiese. Previsti gli attacchi continui ma poco lucidi dei biancorossi come il loro dominio territoriale. Prevista, in fondo, anche la rete nel finale di gara, perché il Dio del calcio concede, a chi sa cercarlo con caparbietà ed insistenza, prima o poi l’episodio favorevole da saper sfruttare.

Quella con la Pistoiese era la classica partita dove importava solo e soltanto il risultato, specie in considerazione degli esiti delle partite giocate poche ore prima; ed il risultato c’è stato.  Il fatto che sia arrivato proprio sul filo di lana depone come ulteriore merito della squadra di Franzini, che ha cercato questa vittoria con ostinazione, decisione e furore agonistico, dovendo supplire a qualità offensive importanti sia per limiti di gioco che di individualità

I cambi di Franzini sono stati ancora una volta decisivi, a dimostrazione di come l’allenatore biancorosso sappia leggere tatticamente le partite, e hanno confermato l’importanza di Sestu negli schemi d’attacco e di coordinamento tra i reparti. All’importanza di Sestu noi aggiungiamo anche quella di Di Molfetta; non solo perché si è procurato il calcio di rigore, ma per il saper dare efficacia e pericolosità ai suoi movimenti.

Per il resto arrivano considerazioni confortanti anche sulla condizione atletica e sulle doti caratteriali della squadra. Negli ingranaggi dei movimenti, specie a centrocampo, si è notata qualche sfasatura dovuta sicuramente alla sosta prolungata: in futuro anche questa difficoltà dovrebbe essere superata.

A 7 giornate dal termine il Piacenza ha ulteriormente ridotto il gap con la capolista Entella che dovrà far visita al Piacenza nel recupero del 9 aprile. Non è ancora il tempo dei sogni, e neppure dei calcoli, ma si dovrà cercare di vincere tutte le partite a cominciare di quella di sabato ad Arezzo, trasferta che, assieme a quella dell’ultima giornata di Siena, sembrano gli ostacoli più ardui da superare.

Se accantoniamo il fattore estetico siamo convinti che questa squadra abbia tutti i numeri per arrivare fino in fondo, anche se il traguardo è ancora da conoscere.

LA CRONACA

Finale al Garilli i biancorossi vincono in extremis.

Sul dischetto Ferrari non sbaglia, Piace in vantaggio.

Uscita a vuoto del portiere ospite e Cagnano commette fallo su Di Molfetta, l’arbitro fischia il rigore al 91′

Tre i minuti di recupero concessi.

All’88’ occasione sprecata per il Piace, percussione di Corsinelli che si sgambetta da solo e cade in area di rigore perdendo l’occasione sia di concludere a rete che di servire un compagno.

Quarto cambio nelle file del Piacenza: Perez prende il posto di un esausto Marotta. Franzini le prova tutte per vincere.

Ferrari ci prova all’80’ cross da destra e destro al volo alto sulla traversa.

Al 73′ altro cambio 

Doppia conclusione del neo entrato Di Molfetta al 64′: la prima è respinta da Pagnini, la seconda è sopra la traversa.

Al 62′ doppio cambio per il Piace, dentro Di Molfetta per Terrani e

Al via la ripresa senza sostituzioni.

Garilli Piacenza e Pistoiese

Non c’è recupero, fine primo tempo sullo 0 a 0.

Al 37′ occasione per il Piacenza, il destro di Terrani viene respinto da un Pagnini.

Alla mezzora risultato fermo sul pari al Garilli, due ammoniti per la Pistoiese, Forte e Momentè.

Preme il Piace, nei primi 20 minuti tre i calci d’angolo calciati.

All’ 11′ Ferrari tira al limite dell’area di rigore di prima intenzione sopra la traversa. Bella azione della squadra di Franzini.

Al 5′ Terrani prova do sinistro dal limite dell’area di rigore: conclusione deviata in calcio d’angolo, il primo del match.

Partiti al Garilli.

Mister Arnaldo Franzini schiera in suoi con un 4-3-1-2 nel quale rientra Nicco con Corradi agisce alle spalle della coppia Terrani e Ferrari. In panchina Sestu.

Queste le formazioni

PIACENZA (4-3-1-2): Fumagalli; Corsinelli, Pergreffi, Bertoncini, Barlocco; Porcari, Marotta, Nicco; Corradi; Ferrari, Terrani. A disp. Calore, Calzetta, Sylla, Cauz, Sestu, Corazza, Bachini, Di Molfetta, Perez. All. Arnaldo Franzini.

PISTOIESE (3-4-1-2): Pagnini; Dossena, Ceccarelli, El Kaouakibi; Regoli, Luperini, Picchi, Cagnano; Fantacci; Forte, Momentè. A disp. Meli, Terigi, Tartaglione, Piu, Vitiello, Cellini, Fanucchi, Romagnoli, Sallustio, Petermann, Llamas. All. Antonino Asta.

ARBITRO: Matteo Marcenaro di Genova (Severino-Dell’Olio).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.