Polledri (Lega): “Congresso Mondiale della Famiglia vittima di fake news”

“Il Congresso Mondiale delle Famiglie 2019 è al centro di numerose polemiche e più volte vittima di un sistema concentrato di fake news sui vari relatori invitati a confrontarsi su un tema delicato quanto sempre più spesso messo in discussione negli ultimi anni.

A partire da Scott Lively, indicato da diversi detrattori tra i presenti al convegno, in realtà non parteciperà neppure al World Congress of families 2019; oppure Lucy Akello, accusata di “voler riportare in parlamento la discussione di una legge che originariamente prevedeva la pena di morte per le persone gay”, il 7 marzo 2019 ha firmato una dichiarazione in cui scrive di non aver sostenuto una legge del genere ma anzi di essere in opposizione a quanto scritto.

Anche Theresa Okafor è stata definita dai detrattori “una promotrice della famiglia naturale che sostiene che gli attivisti LGBTQ+ cospirino con il gruppo terroristico Boko Haram”, accuse firmate da una delle più grandi organizzazioni americane per i diritti civili di lesbiche, gay, bisessuali, transgender e queer, come riportato nel loro sito e ovviamente poi smontate dagli organizzatori del WCF, con un comunicato.

Ciò che credo sia importante è concentrarsi su i veri temi che verranno affrontati al congresso: la bellezza del matrimonio; i diritti dei bambini; ecologia umana integrale; la donna nella storia; crescita e crisi demografica; salute e dignità della donna; tutela giuridica della Vita e della Famiglia e politiche aziendali per la famiglia e la natalità.

Tutto il resto nasce dalle polemiche di chi considera obsoleto il concetto di mamma e papà ma sarebbe importante far capire che se non ci fossero loro non ci saremmo più neppure noi. La nostra società è oggi sempre più invasa da nuovi modelli della famiglia che tendono a sostituire quella tradizionale e diretta a cancellare i fondamenti valoriali della comunità civile; la nostra battaglia è e rimane quella di permettere a ciascuno di noi di identificarci nelle generazioni successive.” (nota stampa)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.