Quantcast

Speronò in carabinieri, finisce agli arresti domiciliari

Più informazioni su

Arresti domiciliari per l’uomo che dopo un inseguimento ha speronato i carabinieri: in auto trovati residui di droga.

Tutto era accaduto il 21 febbraio scorso.

Due carabinieri della stazione di San Giorgio Piacentino avevano notato una Clio bianca che a Gariga sulla provinciale, dopo una manovra strana, aveva tentato di allontanarsi.

Nonostante l’alt intimato la vettura non si era fermata e ne era nato un lungo inseguimento fino in città.

L’uomo alla guida aveva percorso a folle velocità e in contromano tante vie cittadine nel tentativo di scappare dai militari.

Quando si è visto bloccato in un parcheggio chiuso, ha puntato l’auto dei carabinieri e li ha centrati frontalmente. Poco dopo l’autista è stato individuato e bloccato.

Il conducente della Clio, un 43enne di Lecco, residente a Podenzano, è stato arrestato dai carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Piacenza in esecuzione di una ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Piacenza e collocato agli arresti domiciliari.

Risponderà di guida in stato di alterazione conseguente all’uso di sostanze stupefacenti con l’aggravante di aver cagionato un sinistro stradale, di violenza e resistenza a pubblico ufficiale perché si è opposto ai militari mentre svolgevano un servizio al fine di non sottoporsi a controlli, di lesioni personali causate ai due carabinieri.

Inoltre nella macchina è stata trovata della carta stagnola con residui di eroina pura.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.