PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Un portale immobiliare con i dati reali: il nuovo servizio della Banca di Piacenza foto

Un nuovo portale delle transazioni immobiliari verificate realizzato dalla Banca di Piacenza.

Banca di Piacenza banca dati immobiliare

L’Istituto di credito di via Mazzini ha realizzato, in collaborazione con il Tribunale di Piacenza, la Confedilizia, la Fiaip (Federazione degli agenti immobiliari) e il Collegio Geometri, la “Banca dati immobiliare Banca di Piacenza”, un portale web delle transazioni immobiliari verificate nella nostra provincia.

A Palazzo Galli la presentazione del nuovo servizio online con gli interventi di Corrado Sforza Fogliani, presidente del Comitato esecutivo della Banca di Piacenza; Antonino Fazio, giudice esecuzioni del Tribunale di Piacenza; Giorgio Spaziani Testa, presidente Confedilizia; Gian Battista Baccarini, presidente nazionale Fiaip; Paolo Righi, presidente nazionale Confassociazioni-Immobiliare; Gualtiero Tamburini, advisory board Nomisma Spa. Pietro Coppelli, condirettore generale della Banca e Luca Cignatta dell’Ufficio tecnico che hanno illustrato le modalità di funzionamento e di accesso alla Banca dati immobiliare Banca di Piacenza.

banca di Piacenza palazzo galli

Nella sua introduzione il presidente Corrado Sforza Fogliani ha messo in evidenza come il “settore immobiliare sia fermo. Era un ricorrente ritornello prima delle elezioni, che fossimo fuori dalla crisi, purtroppo l’esperienza di ciascuno di noi ci dice che così non è”.

“Tanti economisti dicono che la situazione si sbloccherà soltanto quando i prezzi torneranno a crescere. E dobbiamo agire perchè questo avvenga anche se gran parte del problema non compete agli operatori. Il tema è di politica economica e soprattutto ha a che fare con il ritorno della fiducia. E come dice il professor Savona, presidente della Consob, non potrà tornare la fiducia se non saranno restituiti gli italiani quei miliardi di cui sono stati privati con la caduta dei valori immobiliari”.

Il condirettore della Banca di Piacenza Pietro Coppelli ha spiegato il nuovo servizio: “La Banca dati immobiliare è stata creata per raccogliere una serie di dati, i valori e le caratteristiche di più immobili che sono stati oggetto di compravendita o di aste giudiziarie. Lo scopo del portale della Banca, che mette a dispozione di tutti i cittadini interessati dati reali del territorio, è quello di offrire i prezzi e non le stime, grazie anche all’autorizzazione ottenuta dal Tribunale di Piacenza e al dialogo con Astalegale.net che ci fornisce queste informazioni”.

“Dati che vengono constantemente alimentati nel portale sempre in evoluzione, tutti gli sportelli della Banca di Piacenza dal 3 aprile saranno operativi con le informazioni del portale”.

Banca di Piacenza banca dati immobiliare

Il presidente di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa ha parlato di un nuovo servizio molto interessante: “Il portale può essere un punto di trasparenza fondamentale per il mercato immobiliare, è un’iniziativa innovativa di cui c’era bisogno”.

Il presidente di Fiaip Gian Battista Baccarini ha aggiunto: “E’ un esempio innovativo di collaborazione tra gli agenti immobiliari e la Banca di Piacenza, questi dati e informazioni hanno un valore particolarmente importante per i consumatori e per i cittadini e non solo per gli operatori”.

La partecipazione al convegno è riconosciuta attività formativa accreditata ai fini della formazione professionale continua dai seguenti ordini professionali della provincia di Piacenza: Collegio dei Geometri, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati, Ordine degli Avvocati, Consiglio Notarile, Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.