Vendere su Amazon: come farlo nel 2019 foto

Più informazioni su

A chi non piacerebbe iniziare a guadagnare vendendo su Amazon? Vendere su questa piattaforma può rappresentare nel 2019 un’ottima occasione per far crescere il proprio business perché sono sempre di più le persone che utilizzano questo marketplace per i propri acquisti.

Per iniziare non serve molto. Si può creare un negozio online con relativa facilità. Per questo vogliamo andare ad approfondire qui quali sono le procedure da seguire per ottenere un account personale e cominciare a fare vendite online con il colosso dell’e-commerce.

Vendere su Amazon: iniziare nel 2019

Come forma di investimento aprire un negozio non fisico è sempre una buona idea di questi tempi. Alcuni preferiscono impiegare il proprio capitale in maniere alternative e magari iniziano a comprare azioni Amazon, altri ancora vogliono assicurarsi di avere sempre il controllo dei propri investimenti in modo diretto, oppure hanno della merce da vendere e sfruttano Amazon dal suo interno.

Comunque, sia attraverso questa piattaforma è possibile guadagnare bene come dimostrano molte store di investimenti di successo con o attraverso Amazon. Chi vuole avere un negozio personale oggi può farlo a prescindere dal tipo di merce che vuole commerciare.

Amazon offre una grande visibilità, anche e soprattutto a chi ha da vendere prodotti di nicchia. Attraverso un catalogo è possibile aggiungere oggetti, immagini e molto altro ancora per apparire nelle ricerche degli utenti e cominciare a vendere le cose più disparate.

Ecco i passi essenziali da seguire per cominciare a inaugurare le proprie vendite:

  1. Registrarsi sullo store di Amazon
  2. Associare la propria carta di credito
  3. Scegliere l’oggetto da mettere in vendita
  4. Promuovere la propria vendita con un’inserzione

Creare un Account è il primo passo, ma è anche una cosa molto semplice. Si può fare un account personale oppure anche uno aziendale, ambedue i soggetti possono comunque vendere sulla piattaforma. Per registrarsi bisogna fare il classico inserimento dati che viene richiesto al momento della registrazione su qualsiasi sito.

Il secondo passo è quello di associare la carta di credito, passo fondamentale per fare movimenti di denaro. Si può scegliere qualsiasi tipo di carta: ricaricabile, carta di credito, revolving, carta di debito, non fa differenza. Per farlo basta andare nella sezione pagamenti.

Da questo momento in poi è possibile iniziare a vendere. Insomma, si può completare tutto il procedimento in una sola giornata. Per mettere qualcosa sul marketplace è necessario ricercare nella barra di ricerca il tipo di oggetto che si desidera mettere in vendita e una volta individuato si può leggere una descrizione completa.

Una volta individuato il tipo di articolo verrà richiesto di inserire altri dati circa gli oggetti in vendita. Ora è il momento di stabilire il prezzo, lo stato in cui si trova l’oggetto, etc. Infine sarà il caso di inserire il tipo di spedizione che si può effettuare, se nazionale, internazionale, espressa o qualsiasi altra cosa. Gli utenti privati possono vendere al massimo 40 oggetti al mese e devono corrispondere una commissione ad Amazon per oggetto in vendita del 7 o 15 per cento.

L’aspetto vantaggioso è che il pagamento della commissione avviene soltanto in caso di vendita dell’oggetto. Come incentivo Amazon offre un abbonamento gratuito per i primi 3 mesi di attività di vendita. Inoltre i servizi offerti dall’azienda non finiscono qui perché è disponibile anche un servizio di pacchi e spedizioni fatti direttamente dai magazzini Amazon nel caso in cui il venditore non possa o non voglia gestire questi aspetti da solo.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.