Il Piace rincorre e vince con l’Olbia. Entella resta a meno due (3-2) IL COMMENTO fotogallery

Più informazioni su

PIACENZA – OLBIA 3-2 (FINALE)
Ceter al 13′ e al 48′; Corradi al 37′, Terrani (r) al 60′ e all’84’

LA SINTESI VIDEO

Dall’inferno al paradiso. Il Piacenza con l’ennesima, incredibile, rimonta stagionale batte l’Olbia 3-2 e si presenterà all’ultima giornata di campionato a Siena da capolista con due punti di vantaggio sull’Entella, che ha battuto in trasferta la Juve Under 23.

Al Garilli, al cospetto della formazione sarda arrivata a Piacenza tutt’altro che in gita nonostante la classifica tranquilla, è andata in scena un’altra sfida epica, con i biancorossi sotto per due volte e capaci con un grande cuore di ribaltare la partita: la Serie B ora è veramente a un passo.

IL COMMENTO di Luigi Carini – Il Piacenza è logoro e stanco. L’eccezionale girone di ritorno e la straordinaria occasione dell’impresa hanno prosciugato ogni energia fisica e nervosa.

Ora i biancorossi giocano a testa bassa; al raziocinio, agli schemi, al ragionamento, sono subentrati foga agonistica, volontà estrema e spregiudicatezza. Il traguardo da raggiungere ha reso euforico tutto l’ambiente, dalla squadra, alla società, alla tifoseria.

Dal lato tecnico la partita con l’Olbia è stata davvero modesta: tanto disordine, tanti errori di movimento di misura ed in fase conclusiva. In questi momenti, però, ogni critica sarebbe fuori luogo. Ci si deve soltanto inchinare agli immani sforzi e sacrifici che giocatori, tecnico e società stanno facendo per concretizzare un sogno. Resta da vivere un (speriamo) ultimo capitolo: quello più difficile e allo stesso tempo più esaltante. Non mettiamo limiti alla provvidenza.

Che non sarebbe stata una partita facile quella con l’Olbia si erano avuti i sentori ancor prima dell’inizio, quando un infortunio in fase di riscaldamento aveva costretto Franzini a mettere in panchina Ferrari sostituendolo con Perez.

Senza la roccia Bertoncini (squalificato) in difesa e privo del suo bomber-trascinatore in avanti, contro una squadra tecnicamente di livello che può giocare in tutta tranquillità, per il Piacenza una partita che sulla carta sembrava agevole diventa drammaticamente difficile quando dopo 13’ gli ospiti vanno in vantaggio, mentre l’Entella vinceva in casa della Juve 23.

La reazione dei biancorossi era immediata ma più nervosa che lucida: i continui attacchi non si concretizzavano in occasioni da rete; anzi, il contropiede dell’Olbia si rivelava pericoloso in alcune circostanze. Ci voleva il solito Corradi a levare le castagne dal fuoco con un’ennesima prodezza che ristabiliva le sorti rimandando alla ripresa il destino del Piacenza che nei restanti 45’ si giocava campionato e futuro.

Ed i secondi 45’ sono stati caotici ma fortemente emozionanti, con l’Olbia ancora in vantaggio, con un Piacenza che recupera ma che poi sbaglia l’inverosimile. La terza rete più volte sfiorata fino a diventare una chimera. Sarà Terrani il giocatore ed il realizzatore decisivo davanti ad un Garilli diventato una bolgia di tifo incontenibile. E sabato per tutti Siena è diventata una missione.

LA PARTITA – Brutta sorpresa per Franzini, che oltre allo squalificato Bertoncini è costretto a fare a meno di Ferrari, fermato nel riscaldamento da un lieve problema muscolare: El Loco va comunque in panchina, al suo posto Perez.

Il Piacenza parte forte e sembra voler subito sbloccare la contesa; non arrivano però grossi pericoli dalle parti di Van Der Want, e a sorpresa arriva la doccia fredda al 13’: Ragatzu centra in area e pesca tutto solo Ceter che da pochi passi batte di testa Fumagalli.

I biancorossi accusano il colpo e gli animi si scaldano: Perez chiede un rigore e viene ammonito, e anche Franzini perde la calma in panchina. Il tutto si traduce in un po’ di confusione in campo ed è l’Olbia a rendersi pericolosa in contropiede.

Il Piacenza perde Silva, sostituito da Terrani, ma si rianima e dopo un pericoloso colpo di testa di Perez trova il pareggio al 37’ con Corradi, che controlla un pallone in area e in diagonale batte Van Der Wart.

La fase finale della frazione è di marca biancorossa: il Piacenza schiaccia gli avversari e nel recupero il portiere dei sardi deve esibirsi in una bella parata su Della Latta.

L’avvio di ripresa sembra la fotocopia del primo tempo: parte meglio ancora una volta il Piacenza e dopo due minuti Sestu con una parabola insidiosa fa venire i brividi al portiere ospite; passa però un minuto e di nuovo Ceter gela i 6mila del Garilli concludendo con una bella giocata personale – sterzata in area e destro a giro sul secondo palo – un’azione di contropiede: 1-2 e tutto da rifare.

Al 55’ Nicco in piena area ha sui piedi una buona occasione, ma non calcia e si trascina il pallone sul fondo, al 58’ slalom in area di Di Molfetta che viene steso: per l’arbitro è rigore e Corradi dal dischetto non sbaglia per il nuovo pareggio biancorosso.

La squadra di Franzini mette in campo grinta e cuore, che a volte sfociano in eccessiva frenesia, ma l’Olbia è in partita e 64’ Ceter tutto solo si divora da pochi passi la tripletta.

Piacenza Olbia al Garilli

A un quarto d’ora dal temine il tecnico di Vernasca, poi espulso per proteste dal direttore di gara, inserisce Corazza e Cauz, i suoi premono senza riuscire però a scardinare il fortino sardo: le occasioni migliori, nel giro di un minuto tra il 77’ e il ’78, capitano prima sui piedi di Porcari, che spreca malamente calciando alto dall’altezza del dischetto, poi sulla testa di Corazza con palla alta da due passi.

Il finale è un assedio e a sette minuti dal termine arriva il sorpasso: punizione di Corradi dal limite, Van Der Wart non trattiene e di testa Terrani insacca e completa l’ennesima rimonta stagionale. Dopo un’altalena di emozioni il risultato non cambierà più: al fischio finale può scattare la festa.

Avanti Piacenza, ora l’ultimo sforzo.

Piacenza Olbia al Garilli

LA CRONACA

Triplice fischio al Garilli. Il Piace rincorre e vince con l’Olbia una partita al carciopalma. Entella resta a meno uno con la vittoria per 2 a 0 contro a Juve U23.

Tre i minuti di recupero.

All’89’ fuori Sestu e dentro Bachini.

Ancora Terrani porta in vantaggio per la prima volta il Piacenza. All’84’ punizione di Corradi respinta da Van der Want, irrompe Terrani di testa e segna.

Occasione per il Piacenza con il portiere sardo Van der Want che mette in angolo all’81’.

Al 77′ Porcari fallisce un’occasione ghiotta calciando alto.

Espulso dalla panchina Arnaldo Franzini.

Franzini butta nella mischia Corazza al 73′.

Entella sempre in vantaggio contro la Juve U23, il Piacenza per non perdere la vetta deve assolutamente segnare.

Due cartellini gialli in pochi minuti, per Pergreffi e Ogunseye.

Ecco il dato degli spettatori che sono 5972 (abbonati 1638). Cinque i tifosi dell’Olbia nel settore ospiti.

Pareggia Terrani che spiazza il portiere ospite, al 60′ è di nuovo parità.

Calcio di rigore per i biancorossi al 59′ per un fallo in area su Di Molfetta.

Raddoppio dell’Olbia, ancora Ceter al 48′. Da sinistra il colombiano, sterzata e destro morbido sul secondo palo.

Via al secondo tempo.

Pari tra Piacenza e Olbia al termine dei primi 45’ di gioco. Doccia fredda al Garilli al 13’, con gli ospiti a sorpresa in vantaggio grazie al colpo di testa di Ceter pescato in area da un bel traversone di Ragatzu.

I biancorossi accusano lo svantaggio ed è ancora l’Olbia a rendersi pericolosa in contropiede. Il Piacenza perde Silva, sostituito da Terrani, ma trova il pareggio al 37’ con Corradi, che controlla un pallone in area e in diagonale batte Van Der Wart.

La fase finale della frazione è di marca biancorossa: il Piacenza schiaccia gli avversari e nel recupero il portiere dei sardi deve esibirsi in una bella parata su Della Latta. L’Entella è in vantaggio di due reti sulla Juve Under 23, servirà un grande secondo tempo per ribaltare la contesa.

Finale di tempo al Garilli, squadre negli spogliatoi.

Nel frattempo la Virtus Entella ha radoppiato con Caturano.

Ceter stende Porcari, giallo per il colombiano al 42′

Corradi pareggia!! Al 37′ Perez pesca il 10, stop di petto e diagonale mancino che batte Van der Want. Ammonito per l’esultanza il biancorosso.

Terrani si libera e crossa da sinistra al 35′: stacca Perez ma la palla è alta sopra la traversa.

Finora al Garilli si è visto un brutto Piacenza, che in virtù del vantaggio dell’Entella, torna al secondo posto.

Al 33′ Sostituzione nelle fila bianocorosse, problemi fisici per Jacopo Silva, che lascia il posto a Terrani.

Al 31′ la Virtus Entella passa in vantaggio sul campo della Juventus U23

28′ Punizione per il Piacenza viene deviata in corner.

Al 25′ un tiro cross di Corradi deviato procura il primo angolo biancorosso.

A metà del tempo il Piace pare avera accusato il colpo del gol ospite, ora si attende una reazione.

Juventus U23 e Virtus Entella sono ancora sullo zero a zero ma per il momento al “Garilli” comanda l’Olbia

Ceter gela il Garilli al 14′ portando in vantaggio gli ospiti. Centro di Ragatzu da sinistra e preciso colpo di testa dell’attaccante

Prima incursione di Di Molfetta a destra, blocca a terra Van der Want all’8′

All’ultimo mister Franzini deve rinunciare anche a Ferrari, bloccato nel riscaldamento da un leggero riscaldamento muscolare. El Loco è comunque seduto in panchina.

Fischio d’inizio, partiti al Garilli.

Squadre in campo.

Le formazioni. Padroni di casa schierati da Franzini con il 3-5-2 nel quale Silva sostituisce lo squalificato Bertoncini nel terzetto difensivo e Porcari è preferito a Marotta in mediana.

In attacco confermati Sestu e Ferrari. Ospiti con qualche cambio nell’undici titolare rispetto alla gara di sette giorni fs contro il Novara.

PIACENZA (3-5-2): Fumagalli; Della Latta, Pergreffi, Silva; Di Molfetta, Nicco, Porcari, Corradi, Barlocco; Sestu, Ferrari. A disp. Calore, Calzetta, Sylla, Cauz, Corazza, Mulas, Bachini, Marotta, Corsinelli, Terrani, Perez. All. Arnaldo Franzini.

OLBIA (4-3-1-2): Van der Want; Pisano, Bellodi, Iotti, Cotali; Pennington, Muroni, Biancu; Ragatzu; Ogunseye, Ceter. A disp. Romboli, Marson, Dalla Bernardina, Cusumano, Belloni, Peralta, Pinna, Pitzalis, Maffei, Gemmi. All. Michele Filippi.

ARBITRO: Francesco Meraviglia di Pistoia (Meocci-Testi).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.