Notte magica al Garilli, Piacenza vince e scavalca l’Entella (1-0) COMMENTO e VIDEO fotogallery

Più informazioni su

Piacenza – Virtus Entella (1-0) FINALE
Sestu al 68′

Il Piacenza batte la Virtus Entella per 1-0 nel recupero della nona giornata del Girone A e torna in testa alla classifica, con due punti di vantaggio sui liguri.

Una vittoria non facile, su un campo al limite dell’impraticabilità per la pioggia torrenziale, ma ancora una volta è uscito il carattere della formazione di Franzini, davanti a un pubblico straordinario: ben 8mila e 500 presenti allo stadio.

A sbloccare il match ci ha pensato Sestu al 68′ con un preciso colpo di testa su cross di Corradi. I biancorossi hanno saputo controllare gli avversari e anche i nervi.

Alla fine è festa con un’atmosfera che al Garilli non si vedeva da tanti anni. La B ora è più vicina.

LA SINTESI VIDEO

LA FORZA DEL DESTINO – Il COMMENTO di Luigi Carini – La forza del destino. Il Piacenza doveva vincere ed ha vinto. Le vittorie non sono sempre espressioni di superiorità tecnica: sono, molto spesso, la risultante di molti fattori, quelli caratteriali e quelli ambientali in particolare…

Il Piacenza doveva vincere perché è stato protagonista di un campionato eccezionale, giocato dalla prima partita con un impegno straordinario, perché ha saputo superare momenti difficili trovando nella forza del gruppo le risorse per reagire. Doveva vincere perché dopo l’immeritata sconfitta in casa dell’Entella era stato protagonista di una rincorsa esaltante, con una serie di 10 vittorie ed un pareggio.

Doveva vincere anche e, soprattutto, per i novemila tifosi che sono tornati al Garilli dopo che vicende sfortunate e le passate cocenti delusioni avevano disperso. Passare dai soliti due mila improvvisamente a 9mila spettatori rappresenta un fenomeno con svariate sfumature, qualcuna, per il tifoso storico, anche polemica.

Oggi la Piacenza biancorossa è in festa ed è diventata prigioniera di un sogno. Le ultime due partite di campionato saranno vissute in apnea tra decine di suggestioni, ma con una importantissima certezza: vincendo le prossime due partite sarebbe serie B. Intanto si è garantito il 2° posto, un piazzamento che offre notevoli vantaggi in caso di play off. Oggi, però, nessuno vuol sentire parlare di play off ma soltanto di promozione.

La partita con l’Entella ha offerto una buona mezzora di calcio egregio, sia da una parte che dall’altra, con i biancorossi tatticamente perfetti e capaci di imporre un gran ritmo che gli avversari stentavano a sostenere. Con l’affiorare dei primi sintomi di stanchezza sono arrivati anche i primi errori negli appoggi

Ma sarà soltanto nella ripresa che l’Entella evidenzierà i blasoni della grande squadra, con una manovra elegante ed un buon fraseggio che s’infrangeva regolarmente al limite dell’area biancorossa da dove, di riflesso, partivano azioni di rimessa pungenti e minacciose. In una di queste il subentrato Terrani (sempre felice nei cambi il mister Franzini) trovava la testa di Sestu per il gol della vittoria.

Nei restanti 25’ l’Entella reagiva più sul piano nervoso che su quello tattico, tanto che Fumagalli non è mai stato chiamato in causa in modo decisivo. Ancora una volta i biancorossi erano bravi a spezzettare il gioco, soprattutto per una generosissima carica agonistica che costava a Bertoncini l’espulsione quando mancavano ancora 10’ al termine.

Cos’ha di diverso questo Piacenza rispetto alla fase centrale del campionato? Soprattutto Franzini ha sistemato la difesa, dove accanto alla coppia centrale Pergreffi e Bertoncini operano con notevole efficacia Barlocco, Della Latta e Di Molfetta, che si muovono con produttiva sintonia coi vari Sestu (gigantesco), Nicco, Corradi e Marotta. Importante ed utile è anche il lavoro della punta Ferrari presente in ogni zona del campo e gran lottatore a cui unisce un buon bagaglio tecnico.

Nel chiudere il commento alla partita ci sentiamo il dovere di rimarcare l’ottima direzione di gara dell’arbitro Sozza di Seregno preciso, presente ed autoritario in ogni circostanza.

Nei commenti post partita tutti davano per scontato che nelle ultime due partite di campionato il Piacenza potrebbe lasciare punti preziosissimi a Siena. In tal caso l’Entella potrebbe raggiungere il Piacenza in vetta e, grazie ai miglior risultati nei confronti diretti, conquistare la serie B.

E’ nostra impressione (o forse solo una speranza) che l’Entella sabato prossimo potrebbe trovare serie difficoltà a vincere in casa della Juve under 23. In tal caso al Garilli sarebbe davvero festa.

LA CRONACA

FINITA al Garilli, Piacenza vince 1 a 0 ed è festa sugli spalti.

Seconda parte del match tutt’altro che spettacolare con un campo reso pesante dalla pioggia. Il Piacenza però trascinato dal suo pubblico trova il gol che vale vittoria e testa della classifica con la zampata di Sestu al 68esimo. Da quel momento l’Entella prova la reazione ma ogni tentativo è reso vano dalla difesa granitica dei biancorossi. Negli ultimi dieci minuti il piace rimane in dieci e spreca un paio di buoni contropiedi ma alla fine riesce a portare a casa i tre punti e godersi una serata da capolista.

Al 92′ cross di Corradi per Perez che, tutto solo, colpisce malissimo il pallone con la testa.

Concessi 4 minuti di recupero.

Quinta ed ultima sostituzione nel Piacenza: entra Porcari al posto di Nicco.

Altro doppio cambio per il Piacenza: fuori Sestu, applauditissimo. Al suo posto entra Cauz. Fuori “El Loco” Ferrari, dentro Leonardo Perez.

All’85’ clamorosa occasione per il Piacenza: Terrani si accentra e calcia debolmente col destro. Conclusione bloccata a terra da Paroni.

Espulso Bertoncini all’83’ per doppia ammonizione.

Al 78′ Fumagalli salva il Piace su un tiro di Paolucci.

Al 76′ Ammoniti Bertoncini e Pellizzer, partita che si fa più tesa.

Ammonito l’autore del gol per l’esultanza senza maglia, attimi di nervosismo tra gli avversari.

Gol del Piacenza al 68′ con Sestu.

Si sblocca il risultato, Terrani salta l’uomo ed opera un cross perfetto all’indirizzo di Sestu che non sbaglia. Il suo colpo di testa termina alle spalle di Paroni.

Girandola di cambi al 65′ fuori Di Molfetta, dentro Terrani, esce anche Matteo Marotta, sostituito da Francesco Corsinelli

Cambio nella Virtus Entella: lascia il campo Iocolano, al suo posto entra Icardi.

Ci sono 8mila e 577 i presenti al “Leonardo Garilli”, di cui 1.638 abbonati e 405 tifosi ospiti.

Giallo a Pergreffi al 54′, primo ammonito. Al 55′ è la volta di Paolucci a finire sul taccuino dell’arbitro.

Al 50′ salvataggio del Piacenza con Fumagalli. Mota Carvalho riparte in velocità per vie centrali e calcia in porta col destro: il portiere del Piacenza si distende riuscendo a respingere la conclusione.

Piove incessantemente sul campo che si sta facendo sempre più pesante.

Di nuovo in campo al Garilli e il 48′ il Piace subito vicino al gol, con un colpo di testa di Nicco che impegna il portiere avversario.

Prepartita Piacenza Entella

Finisce con un minuto di recupero il primo tempo: 0 a 0 al Garilli.

Prima frazione in sostanziale equilibrio, con i biancorossi autori di buone combinazioni sulle corsie laterali ma che non riescono a trovare il guizzo vincente.

Per l’Entella da segnalare un paio di sortite offensive con un grande intervento del portiere Fumagalli su un colpo di testa di un attaccante ligure. La pioggia che cade incessante dal primo minuto sta appesantendo il campo, rendendo la circolazione di palla difficile in certe zone di campo e obbligando i giocatori in campo a cercare soluzioni alte. Si prevede un secondo tempo di grande intensità fisica.

Tiro da lontano di Ardizzone al 43′ ma il pallone va alle stelle.

Risultato inchiodato sul pari. Non succede molto nelle ultime fasi del primo tempo.

Destro non preciso di Nicco al 31′ il pallone è destinato a terminare sul fondo ma viene deviato verso la porta da Ferrari in fuorigioco.

Si fa vedere al 29′ la Virtus Entella:  il pallone arriva sui piedi di Iocolano che, da buona posizione, calcia in porta: Fumagalli riesce a respingere in tuffo.

Metà del primo tempo senza reti al Garilli

Al 18′ Barlocco per Ferrari che calcia al volo senza riuscire ad inquadrare lo specchio.

Primo quarto d’ora di gioco con il Piace che preme soprattutto con le iniziative di Sestu.

Ancora un’opportunità per il Piacenza al 15′, Sestu crossa ma la cui conclusione viene murata da un difensore della Virtus Entella.

Al 12′ lancio per Sestu che rincorre il pallone ma l’arbitro fischia fuorigioco.

Al 5′ prima occasione biancorossa, cross dalla destra da parte di Sestu, Ferrari non riesce a ribattere in rete ed il pallone arriva dalle parti di Pellizzer che rischia di beffare il proprio portiere Paroni.

Grande coreografia della curva Nord: atmosfera da brividi al Garilli.

Prepartita Piacenza Entella

Ecco le formazioni ufficiali di Piacenza-Virtus Entella, recupero della nona giornata del Girone A di Serie C.

Poche novità nei padroni di casa: confermato il 3-5-2, in attacco Sestu vince il ballottaggio con Terrani ed affiancherà “El Loco” Ferrari. Per gli ospiti sarà 4-3-1-2, sulla sinistra ci sarà De Santis e non Migliorelli.

PIACENZA (3-5-2): Fumagalli; Della Latta, Pergreffi, Bertoncini; Di Molfetta, Nicco, Marotta, Corradi, Barlocco; Sestu, Ferrari. A disp: Calore, Calzetta, Sylla, Cauz, Silva, Corazza, Mulas, Porcari, Bachini, Corsinelli, Terrani, Perez. Allenatore: Arnaldo Franzini

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Paroni; Belli, Pellizzer, Chiosa, De Santis; Eramo, Paolucci, Ardizzone; Iocolano; Mancosu, Mota Carvalho. A disp: Massolo, Cleur, Urso, Caturano, De Luca, Icardi, Petrovic, Baroni, Di Cosmo, Migliorelli, Bonini, Brunozzi. Allenatore: Roberto Boscaglia

L’attesa sta per finire: i cancelli del Garilli si sono aperti e i tifosi biancorossi hanno iniziato a riempire le tribune.

Lo stadio è tutto esaurito, pieno come non accadeva da tanti anni, con una coreografia di pubblico spaciale, per il match che vale il primato del girone A.

Nel corso della giornata in tanti hanno cercato di accaparrarsi gli ulteriori 2mila biglietti resi disponibili all’ultimo momento.

IN AGGIORNAMENTO

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.