Blitz nei campi nomadi, scarcerati 18 accusati. Non c’è associazione a delinquere

Il Tribunale del riesame di Bologna ha scarcerato 18 delle 34 persone sottoposte a misure cautelari a seguito dell’operazione eseguita dai carabinieri nei campi nomadi di Caorso e Piacenza.

Accolto il ricorso dell’avvocato Camillo Bongiorni, che difende 18 delle persone accusate. In particolare è caduta l’accusa di associazione a delinquere, non avendo riscontrato la presenza di una banda organizzata. Caduta anche la contestazione della ricettazione del ferro: la raccolta del metallo è infatti un’attività tradizionalmente effettuata dalla comunità sinta di Piacenza.

Le accuse, a seguito dell’operazione coordinata dalla Procura di Piacenza, erano di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti aggravati, furti in abitazione, estorsione, truffa, ricettazione, riciclaggio, utilizzo fraudolento dei mezzi elettronici di pagamento, detenzione e porto abusivo di armi nonché detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti tipo cocaina.

Il Sottosegretario Guidesi (Lega): “Sconcertato” – “La notizia della scarcerazione di quasi tutti gli abitanti del campo nomadi di Caorso, arrestati poche settimane fa, ha “sorpreso e amareggiato” il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Guido Guidesi (Lega).

“Sono sconcertato da questa situazione ed esprimo piena solidarietà al sindaco di Caorso Roberta Battaglia che era stata minacciata da alcuni soggetti coinvolti nell’inchiesta – afferma il rappresentante del Governo -. Continueremo a lottare per garantire sicurezza ai cittadini. Sono al fianco del sindaco Battaglia e della comunità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.