Comunali Vigolzone, ecco la squadra di Milza. Nel programma parco per lo sport e ciclovia

Una lista civica, composta da otto uomini e quattro donne “scelti per le loro competenze”.

Amministratori uscenti ma anche nuovi elementi, “con il mandato di portare alla futura amministrazione le istanze dei cittadini, delle frazioni e di tutte le fasce d’età”.

È così che la candidata sindaco Silvia Milza, assessore uscente alla Cultura, presenta i 12 candidati che correranno insieme a lei alle elezioni amministrative del 26 maggio a Vigolzone.

“Sono molto orgogliosa – afferma – di essere affiancata da un gruppo così forte e coeso, fatto di persone indipendenti e preparate che sapranno spendersi con passione e competenza per continuare il progetto di sviluppo sostenibile al quale siamo impegnati da dieci anni”.

La lista dei dodici è un mix di continuità e rinnovamento. Fra gli amministratori uscenti si ripresentano gli attuali assessori a Bilancio e Servizi Sociali Marco Piva ed Elisa Bolzoni, e i quattro consiglieri Giovanni Bernazzani, Claudio Braghi, Beatrice Ghetti e Marco Maggi.

“Il gruppo degli amministratori uscenti è molto affiatato e in questi anni ha dimostrato di saper lavorare insieme in modo proficuo – riferisce Milza –, ma sono molto contenta del gruppo dei sei nuovi candidati: ci stanno dando una carica extra di entusiasmo, stimoli e competenze, e ci permettono di realizzare quel sano ricambio degli amministratori pubblici che è il presupposto per una vera democrazi”». I sei volti nuovi della lista sono Omar Bragalini, Lucia Burgazzi, Roberto Fulcini, Maurizio Ghioni, Katia Moia e Claudio Morosoli.

A proposito di ricambio, oltre al sindaco uscente Rolleri, non entra in lista neppure l’attuale vicesindaco Loris Caragnano che – spiegano – “ha preferito lasciare spazio a nuove energie, pur sostenendo in pieno il progetto e continuando a lavorare nell’ampio gruppo di sostenitori che accompagneranno la lista in campagna elettorale”.

Da sempre nel Dna della lista e del gruppo Vigolzone Insieme, ricorda la candidata Milza, sono la trasversalità e l’autonomia dai partiti. “Abbiamo sempre rivendicato la più totale libertà nella scelta dei candidati – ricorda -, così come nella definizione dei punti del programma elettorale. Ciascuno di noi, se eletto, dovrà agire solo in coerenza con gli impegni che si è preso nei confronti dei cittadini. Io per prima sono orgogliosa del fatto che la mia sia una candidatura venuta dal basso, scelta cioè dal gruppo Vigolzone Insieme”.

“Faro del nostro operare – prosegue Milza -, sarà la prosecuzione di uno stile di amministrazione sobrio e concreto, che valorizzi l’apporto dei cittadini e delle associazioni, che punti sulla partecipazione, la tutela dell’ambiente e la valorizzazione del territorio”.

“Un modo di operare che siamo stati capaci di adottare anche nella passata amministrazione: pur lavorando in un periodo molto difficile per gli enti pubblici locali, abbiamo potenziato i servizi alle persone e realizzato importanti opere che hanno cambiato il volto del nostro territorio senza accendere nuovi mutui, e anzi riducendo l’indebitamento del Comune”.

Il programma della lista uscirà tra qualche giorno, ma Silvia Milza anticipa due dei progetti bandiera del programma elettorale, che mettono al centro la valorizzazione e la tutela del territorio e i bisogni delle persone: “Vogliamo creare un grande parco pubblico nell’area verde posta tra l’asilo nido e la piscina ai piedi della collina – riferisce -, che possa diventare lo spazio d’elezione per praticare sport, incontrarsi e trascorrere il tempo all’aperto”.

“Porteremo avanti il progetto per la creazione di una pista ciclopedonale che colleghi tutti i centri abitati del Comune di Vigolzone seguendo l’itinerario della ciclovia regionale Piacenza-Bettola. Abbiamo chiamato questo progetto Alta Felicità perché antepone la felicità alla velocità, come stile di vita, idea di benessere delle persone e modalità ideale per scoprire il territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.