Conto alla rovescia per la Placentia Half Marathon: “I kenyani ci saranno, li accoglieremo a braccia aperte” fotogallery

Appuntamento in municipio a Piacenza per la consegna dei pettorali della 24esima edizione Placentia Half Marathon, in programma domenica 5 maggio lungo l’ormai collaudato percorso cittadino.

Nelle foto la consegna del numero ai rappresentanti delle istituzioni cittadine.

Accanto agli organizzatori Sandro Confalonieri e Pietro Perotti sono intervenuti il questore Pietro Ostuni, l’assessore allo Sport Stefano Cavalli, il consigliere comunale Christian Fiazza e altri esponenti delle istituzioni e delle forze dell’ordine che si misureranno con la corsa.

Non poteva mancare un riferimento alle recenti polemiche sull’esclusione (poi rientrata) degli atleti africani alla maratona di Trieste. Un’eventualità impensabile per Piacenza, visto che c’è una lunga tradizione di vittorie e piazzamenti di prestigio di atleti africani nella competizione.

“I kenyani ci saranno – è la doverosa precisazione dopo i fatti di Trieste di Confalonieri -, infatti in Italia da una decina d’anni c’è un controllo molto attento sulle partecipazioni degli atleti che provengono da tutto il mondo. Gli atleti provenienti dal Kenya hanno un permesso di soggiorno che va dai 20 ai 30 giorni, un permesso provvisorio legato alla partecipazione alle manifestazioni sportive. La federazione del Coni, garante delle attività agonistiche internazionali in Italia, assieme alla Federazione di Atletica Leggera si occupano del controllo sugli atleti che partecipano alla manifestazione”.

“La scuola italiana sulla preparazione atletica alla mezza maratona – aggiunge – è la migliore al mondo da vent’anni e collabora con atleti da tutto il pianeta, anche in Africa. Nell’atletica i runners non sono pagati come negli altri sport, ma questi atleti stranieri sono felicissimi di venire nella nostra città, parteciperanno con piacere alla manifestazione e verranno accolti da noi a braccia aperte”.

L’assessore comunale allo sport Stefano Cavalli ha ricordato: “La maratona di Piacenza è uno degli eventi più importanti della città, si prevede una partecipazione alla competizione di un migliaio di persone, la città si mobiliterà interamente per l’evento. La preparazione dell’evento è durata mesi e ha previsto molte collaborazioni, anche con gli sponsor, che hanno contribuito a sostenere i costi dell’evento. Per questo ringrazio tutti i collaboratori compresi gli uffici dell’amministrazione comunale che hanno collaborato all’organizzazione dell’evento”.

Il questore Pietro Ostuni ha parlato del week end fitto di appuntamenti sportivi: “In questo fine settimana si vivranno giorni importanti per lo sport piacentino, non solo per la mezza maratona ma anche per quanto riguarda il calcio, si auspica infatti la promozione in serie B per il Piacenza Calcio e per quanto riguarda il basket e la pallavolo ci sono buone prospettive”.

Il questore sottolinea l’importanza etica dello sport dicendo: “Lo sport è legalità”, implica il rispetto delle regole, insegna la convivenza civile. L’Half Marathon porta con sé anche una tradizione di assistenza a chi ha bisogno”.

“Ringrazio Confalonieri e Perotti della scuola di polizia che sono molto attivi nell’organizzazione dell’Half Marathon. Oggi, in occasione della consegna delle pettorine presentiamo una nostra maglietta dedicata alla campagna “questo non è amore”, associazione che parla alle donne vittime di violenze, invitandole a reagire. Con questa maglietta vogliamo dare un segnale ulteriore che noi siamo vicini alla gente”.

PLACENTIA HALF MARATHON – IL PERCORSO

LA CONSEGNA DEI PETTORALI – Durante la conferenza stampa, il questore Pietro Ostuni e la direttrice della scuola Allievi Agenti di Polizia Paola Capozzi hanno consegnato simbolicamente agli assessori Federica Sgorbati ed Erika Opizzi – anche per il sindaco Patrizia Barbieri, impossibilitata ad essere presente nell’occasione – le magliette con il logo della campagna nazionale della Polizia di Stato “Questo non è amore”, contro la violenza di genere, che in occasione della Placentia Half Marathon saranno indossate da diversi testimonial, tra cui l’assistente capo della Polizia Claudia Salvarani, già pluricampionessa italiana con i colori delle Fiamme Oro.

Già nella mattinata di sabato 4 maggio, sulla grande struttura di 8 metri x 35 allestita appositamente in piazza Cavalli, denominata “il ponte che unisce”, saranno apposti i loghi della campagna antiviolenza.

Gli organizzatori Alessandro Confalonieri e Pietro Perotti hanno consegnato i pettorali per la partecipazione alla mezza maratona al consigliere comunale Christian Fiazza – anche in rappresentanza dei colleghi Massimo Trespidi e Gianluca Bariola, che non sono potuti intervenire nell’occasione – nonchè al consigliere della Fondazione di Piacenza e Vigevano Alberto Dosi, al Sergente Maggiore Mauro Tarantino e al Primo Caporalmaggiore Barbara Randazzo in rappresentanza del gruppo di circa 15 atleti del 2° Reggimento Genio Pontieri, a Roberto Romagnoli per il Corpo dei Vigili del Fuoco e al commissario Giuseppe Addabbo della Polizia Locale.

La referente di Ceas Infoambiente del Comune di Piacenza, Alessandra Bonomini, ha consegnato a tutte le autorità presenti – oltre a coloro che sono già stati citati, anche gli assessori allo Sport e all’Ambiente, Stefano Cavalli e Paolo Mancioppi – le pettorine per la partecipazione alla mini-maratona che coinvolge scuole e associazioni.

Placentia Half Marathon, le limitazioni al traffico – Per consentire lo svolgimento della Placentia Half Marathon for Unicef e delle manifestazioni collaterali, dalle ore 9 di sabato 4 maggio alle 24 di domenica 5 sarà istituito il divieto di sosta con rimozione forzata e il divieto di circolazione lungo l’intero perimetro di piazza Cavalli e piazzetta Mercanti.

Dalle 2 del mattino di domenica 5, sino al termine del passaggio degli atleti, sarà in vigore il divieto di sosta con rimozione forzata nella zona est del parcheggio di viale Sant’Ambrogio, fatta eccezione per i veicoli dei partecipanti alla gara, che dovranno esporre sul parabrezza l’apposito contrassegno identificativo.

Sarà vietata per tutti i mezzi la sosta nell’area di parcheggio di via Maculani, in piazza Cittadella, su entrambi i lati in viale Risorgimento, nel tratto di viale Sant’Ambrogio tra piazzale Milano e via Abbondanza, nella stessa via Abbondanza, in via Trebbiola, piazzetta S. Maria, via Alberoni, via La Primogenita (da via Alberoni a piazzale Roma), piazzale Roma, viale Patrioti (da piazzale Roma a piazzale Libertà), piazzale Libertà, viale Pubblico Passeggio, corso Vittorio Emanuele, via Cavour, via XXI Aprile, via del Pontiere, Argine del Po, strada dell’Aguzzafame, strada di Camposanto Vecchio, via Trebbia, via Monte Carevolo, via Anguissola, via Fontana, via XXI Aprile (da via Fontana a piazzale Torino), lungo la carreggiata ovest di via XXIV Maggio (tra piazzale Torino e via Da Saliceto), in piazzale Medaglie d’Oro, lungo la carreggiata Ovest di via Manfredi, in via Gorra, nel tratto di corso Europa tra via Gorra e via Conciliazione, su entrambi i lati di via Calciati, via Bolzoni, nel tratto di via Colombo tra via Bolzoni e piazzale Roma.

Contestualmente, sarà revocato il divieto di sosta con rimozione forzata in via Tramello, nonché il divieto di circolazione nel tratto pedonale di via Maculani: entrambi i provvedimenti verranno attuati per consentire il posteggio ai mezzi dei partecipanti alla gara, purchè appongano l’apposito contrassegno identificativo sul parabrezza.

Inoltre, dalle 8.30 di domenica 5 maggio sino al termine del passaggio degli atleti, sarà vietata la circolazione in piazza Cittadella, via Baciocchi, viale Risorgimento, viale Sant’Ambrogio (da piazzale Milano a via Abbondanza), via Abbondanza, via Trebbiola, piazzetta Santa Maria, via Alberoni, via La Primogenita (da via Alberoni a piazzale Roma), piazzale Roma, viale Patrioti (da piazzale Roma a piazzale Libertà), piazzale Libertà, viale Pubblico Passeggio, piazzale Genova, corso Vittorio Emanuele, piazza Cavalli, via Cavour, piazzale Milano, via XXI Aprile, via del Pontiere, Argine del Po, strada dell’Aguzzafame, strada di Camposanto Vecchio, via Trebbia, via Monte Carevolo, via Anguissola, via Fontana, via XXI Aprile (tra via Fontana e piazzale Torino), lungo la carreggiata Ovest di via XXIV Maggio (da piazzale Torino a via da Saliceto), in via da Saliceto, in piazzale Medaglie d’oro, lungo la carreggiata Ovest di via Manfredi, in via Gorra, nel tratto di corso Europa tra via Gorra e via Conciliazione, in via Calciati, piazzale Veleja, via Bolzoni, via Colombo (da via Bolzoni a Piazzale Roma).

Contestualmente, sarà revocato il senso unico di marcia in via Bubba. Lungo il percorso, vi saranno brevi interruzioni della viabilità per consentire l’attraversamento degli incroci da parte degli atleti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.