Croce Rossa e Teatro Gioco Vita insieme: serata benefica per le famiglie in difficoltà

Il Comitato di Piacenza della Croce Rossa Italiana in collaborazione con Teatro Gioco Vita e l’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita, con Fondazione di Piacenza e Vigevano e Fondazione Teatri, organizza una serata benefica al Teatro Filodrammatici martedì 30 aprile 2019 alle ore 20.30: “Aiutaci ad aiutare”, a favore delle famiglie bisognose di Piacenza e Provincia.

L’iniziativa è proposta per il terzo anno dopo il successo ottenuto delle prime due edizioni che si sono tenute nel marzo 2017 e febbraio 2018. La serata è promossa da Area 2 di Croce Rossa, attiva sul territorio per rispondere ai bisogni primari delle fasce più deboli attra­verso la distribuzione di beni di prima necessità: alimenti, farmaci e contributi concreti alle famiglie con particolare attenzione all’infanzia e agli anziani.

Tutto ciò è possibile grazie agli eventi organizzati (e quello del 13 febbraio è uno di questi), alla generosità di privati cittadini e di ditte che con la loro disponibilità aiutano i volontari a rendere possibile tutto ciò.

“Annibale” ha debuttato nel novembre scorso con progetto, drammaturgia e regia di Nicola Cavallari. Lo vedremo con un cast in parte rinnovato: insieme a Nicola Cavallari, in scena Giorgio Branca e Tommaso Pusant Pagliarini.

Le musiche sono di Francesco Brianzi, la voce registrata è di Alberto Gromi, l’elefante Surus è realizzato da Roberto Pagura, i costumi sono firmati da Sonia Marianni, le luci da Alessandro Gelmini. Hanno collaborato Gianfranco Gallo (attrezzeria), Maria Elena De Villaris (realizzazione della cartina topografica e dei copricapi), Davide Giacobbi (macchinista), Alessandro Boselli (realizzazione scena), Andrea Speroni (registrazione, mixing e mastering).

LO SPETTACOLO – Annibale, il leggendario condottiero cartaginese. Annibale, il generale che ebbe l’intuizione di provare a minare la strapotenza dei romani combattendoli sul loro territorio. Annibale, colui che radunò uno sterminato esercito e partì dalla Spagna per valicare le Alpi e irrompere nella Pianura Padana. Annibale, quello degli elefanti. Sì perché…ci ricorderemmo di Annibale se non fosse per gli elefanti?

Lo spettacolo trae spunto da un avvenimento storico: la battaglia della Trebbia, in cui si fronteggiarono gli eserciti cartaginese e romano, guidati rispettivamente dal grande generale Annibale e dal giovane Publio Cornelio Scipione. Un racconto divertente e originale che utilizza le tecniche della clownerie, della giocoleria, della commedia dell’arte e della visual comedy.

La scena si apre all’interno di un circo contemporaneo, dove sono presenti il direttore, un inserviente e un solo spettatore, un professore pignolo. Siamo arrivati al gran numero finale, ma l’elefante non vuole entrare in pista. Il direttore del circo giustifica l’animale per la sua veneranda età: si tratta infatti di Surus, l’elefante di Annibale, unico sopravvissuto della spedizione tra i suoi simili.

Tre interpreti in scena raccontano a modo loro la vicenda storica giocando con ritmo e azione a impersonare più di dieci personaggi: Annibale e il fratello Magone, Scipione e il console Longo, il prefetto Dasio e il gallo Magilo, i soldati romani.

Con un finale spettacolare: il gigantesco elefante di Annibale farà la sua comparsa sulla scena. Protagonisti tre attori poliedrici che spaziano tra teatro, circo e varietà: clown e venditori di storie a vestire i panni di coloro che hanno vissuto la grande avventura di Annibale e dei suoi elefanti.

“Teatro Gioco Vita – sottolineano – da sempre è fedele a un’idea di teatro che deve entrare nella vita delle persone e della città, anche nei suoi aspetti meno rassicuranti (disagio, povertà, salute mentale, diverse abilità, realtà a più alto rischio culturale e sociale). Perché il valore del teatro è anche quello di contribuire a migliorare la qualità della vita delle persone e allo stesso tempo di sensibilizzare sulle problematiche che investono la società”.

“In questa linea progettuale si pone la serata “Aiutaci ad aiutare”, che ancora una volta unisce teatro e solidarietà. Senza dimenticare il divertimento, per piccoli e grandi”.

Biglietti (posto unico non numerato): 10 euro, 5 euro ridotto under 14

Info e prenotazioni: Comitato di Piacenza Croce Rossa Italiana

tel. 348.7680143 (Emanuela, volontaria), tel. 331.6126898 (Veronique, volontaria)

La sera dello spettacolo la biglietteria del Teatro Filodrammatici è attiva dalle ore 19.30 (tel. 0523.315578)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.