Everest Pallanuoto al “giro di boa”: alla Raffalda arriva la Bissolati Cremona

Più informazioni su

Dopo la sosta pasquale l’Everest Piacenza Pallanuoto 2018 si rituffa nel campionato di serie C, che riparte con il girone di ritorno proprio nella giornata di sabato 27 aprile: 11 partite per chiudere questa appassionante stagione che terminerà sabato 6 luglio.

Il Piacenza riparte tra le mura amiche della Raffalda, alle ore 17, contro i cugini della Bissolati Cremona. Curioso notare che soltanto qualche anno fa la squadra lombarda militava nella massima serie con ottimi risultati e proprio in quella squadra giocava l’attuale tecnico piacentino Fresia, approdato in pianura Padana da Savona per militare come giocatore nelle file della società canottieri cremonese.

Oggi la squadra lombarda, neo promossa la stagione scorsa dalla Promozione, si trova nell’ultima posizione in classifica ed ovviamente soltanto questo determinante fattore porta la squadra piacentina a poter pensare di giocarsi la partita con sufficiente tranquillità.

Di fatto però la Bissolati ha avuto un avvio di stagione turbolento, tanto da rischiare di non partecipare a questo campionato e soltanto grazie ai rinforzi bresciani ha poi preso corpo la sua stagione. I cremonesi hanno iniziato tardi la preparazione e soltanto in questa seconda parte del girone di andata hanno messo in luce progressi; va poi ricordata la presenza del bomber Costantino, in grado di trascinare i suoi con il suo grande carisma, il suo entusiasmo e, naturalmente, le sue reti.

Insomma, le insidie ci sono e dunque il settebello piacentino dovrà rimanere concentrato sull’impegno di sabato. Formazione quasi al completo con la sola assenza di Lamoure sostituito dal diciasettenne Nani. Tanta concentrazione, attenzione e determinazione serviranno al Piacenza per cercare di chiudere al più presto una partita che, come tante altre, potrebbero poi complicarsi.

Importante, ai fini della conquista del secondo posto, la partita che vede lo Sporting Lodi ospitare la terza in classifica, quell’Aquatica Torino che rappresenta lo spauracchio principale del Piacenza.

Pagani Lambri sarà l’arbitro di “lusso” di quest’incontro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.