Fondazione Pia Pozzoli, secondo incontro per i familiari di persone disabili

Secondo appuntamento del ciclo “Incontriamoci”, promosso dalla Fondazione Pia Pozzoli per i familiari di persone disabili.

Dopo il primo incontro con il professor Pierpaolo Triani, proseguono gli appuntamenti mensili del progetto “Incontriamoci” promosso dalla Fondazione Pia Pozzoli – Dopo di Noi per i genitori di ragazzi disabili.

I partecipanti si riuniranno il 16 aprile, dalle 10 alle 12, al centro Il Samaritano di via Giordani 14 a Piacenza. In questa occasione sarà lasciato spazio alle esperienze e al vissuto delle singole famiglie.

Pensare al futuro di un figlio con disabilità significa pensare oggi e cercare di rispondere a queste domande complesse e complicate, domande che provocano angoscia e preoccupazione, che costringono ad un pensare genitoriale forzato: i figli si conquistano indipendenza e autonomia da soli, ma i figli che portano con sé fragilità importanti non possono farlo da soli e, ancora una volta i genitori devono fare la loro parte.

Il confronto, il poter vedere e conoscere diverse esperienze, il potersi confermare in alcune scelte saranno sono gli ingredienti di questo laboratorio, una “officina di pensieri”, guidata dalla psicologa della Fondazione Ilaria Fontana, che come facilitatore orienterà la discussione, farà emergere tematiche, porterà stimoli per la discussione del giorno.

Il laboratorio vuole essere lo spazio di racconto della propria storia personale, una palestra per i familiari, l’osservazione dei cambiamenti nel tempo e l’emergere di nuovi desideri e di nuove possibilità. I temi e le possibili risposte alle grandi domande si mescoleranno, si confonderanno e di fonderanno, ma apriranno a quelle riflessioni individuali che poco per volta renderanno più chiaro e possibile ogni progetto per il proprio figlio.

Per informazioni: cell. 366.9533096 – info@fondazionepiapozzoli.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.