Giardino sociale, sala lettura e nuovo wifi: a Vigolzone finanziati i progetti dei cittadini

Lunedì 8 aprile si è svolto al centro civico comunale l’incontro pubblico che ha chiuso ufficialmente la seconda edizione del Bilancio Partecipativo di Vigolzone (Piacenza), un’innovativa modalità di coinvolgimento dei cittadini per far emergere, discutere e selezionare proposte utili per il territorio.

Attraverso questo percorso i cittadini di Vigolzone sono stati chiamati a presentare dei progetti e a votare quelli preferiti per scegliere quali realizzare con le risorse appositamente stanziata all’interno del bilancio comunale.

Oltre che per proclamare i vincitori, l’appuntamento è stato l’occasione per tirare le fila del lavoro svolto, ripercorrendo le fasi salienti del percorso e analizzando i punti di forza e le criticità da correggere in eventuali future edizioni.

“Abbiamo sempre considerato la partecipazione una risorsa strategica – ha spiegato l’assessore Silvia Milza – , perché permette di valorizzare il contributo dei singoli cittadini e delle associazioni, di rafforzare i legami tra le persone e di compiere scelte più ponderate e condivise”.

Quello che si è appena concluso è il terzo percorso partecipativo che il Comune di Vigolzone ha realizzato negli ultimi cinque anni con il supporto di Fondazione RCM (Rete Civica di Milano), che si è occupata dell’assistenza tecnica e del coordinamento scientifico-metodologico.

“Siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto in questi anni sul tema della partecipazione – prosegue l’assessore – e siamo soddisfatti degli esiti di questa seconda edizione del Bilancio partecipativo, che ha coinvolto anche i cittadini delle frazioni, ha visto un incremento del 65% nel numero dei votanti e ci permetterà di realizzare tre progetti piccoli ma molto sentiti. Ringrazio tutti coloro che si sono mobilitati per proporre idee e per far votare i progetti e infine hanno contribuito per raggiungere la quota di co-finanziamento necessaria alla concretizzazione delle proposte più votate.”

Sono tre i progetti, per un valore complessivo di 15.000 euro, che hanno ottenuto i maggiori consensi da parte dei Vigolzonesi e che l’amministrazione di Vigolzone finalizzerà nei prossimi mesi. Il primo e più votato è “Giardino sociale attrezzato ad Albarola” presentato da Valter Merli, che prevede di migliorare il giardino pubblico esterno alla ex scuola di Albarola con l’installazione di arredi e attrezzature che lo rendano più accogliente e sicuro.

Il secondo progetto che vedrà la luce è “La passione viene leggendo”, una proposta avanzate dalla Scuola d’infanzia Orfani di guerra per l’allestimento all’interno della scuola di uno spazio per l’educazione alla lettura, con arredi a misura di bambino e supporti per l’ascolto e la drammatizzazione delle storie. La terza idea vincente è quella di Diego Bellini, Michele Bernardi e Gianluca Solari, che vuole dotare il plesso scolastico di una nuova infrastruttura Wi-Fi stabile ed efficiente, più potente di quella in uso e in grado di sostenere il traffico generato dall’utilizzo dei più recenti dispositivi tecnologici.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.