Le Rubriche di PiacenzaSera.it - UniCatt

La Casa del Fanciullo compie 70 anni “Vogliamo restare al passo con i ragazzi di oggi”

Un convegno per celebrare i 70 anni della Casa del Fanciullo.

Genesi storica e prospettive future della realtà socio – educativa, oggi cooperativa, sono stati gli argomenti centrali dell’incontro organizzato dalla Facoltà di Scienze di Formazione dell’Università Cattolica di Piacenza, giunta ai 20 anni di attività, nella mattinata del 10 aprile.

“La Casa del Fanciullo è stata fondata nel dicembre del 1948 da Padre Gherardo Gubertini – ha spiegato in apertura Barbara Vaciago, presidente della cooperativa – con l’iniziativa di oggi abbiamo voluto regalarci un momento di riflessione sulla nostra storia, ma anche sulle prospettive e sulla direzioni future da seguire nella nostra attività”.

“La Casa del Fanciullo fu fondata appena dopo la seconda guerra mondiale – ha aggiunto – in una Piacenza molto diversa da quella attuale, dove erano numerose le situazioni di disagio, sopratutto materiale. Padre Gherardo decise, mettendo al centro i bambini, di aiutare sia loro che le famiglie. Per far ciò la sua idea non fu quella di dare vita a un collegio o a un istituto, come poteva essere normale all’epoca, ma piuttosto a un semi – convitto. In questa realtà i bambini erano seguiti sia per quanto riguarda l’aspetto formativo, ludico, ma anche materiale, potendo poi alla sera rientrare a casa delle proprie famiglie”.

Convegno in cattolica 70 anni della Casa del Fanciullo

Un idea, quella di Padre Gherardo, che oggi rientra nella norma, ma che all’epoca rappresentò un vero e proprio ribaltamento di paradigma. “Fu una figura ai tempi rivoluzionaria – ha evidenziato Vaciago – quelli di noi che hanno avuto la possibilità di conoscerlo lo ricordano anziano, ma ancora estremamente attivo. In ciò che fece negli anni ’50 possiamo infatti vedere segnali precursori di idee che sono diventate patrimonio comune della pedagogia e dell’educazione solo successivamente, per esempio su temi come la centralità del bambino e l’importanza della relazione tra famiglie e bambini anche quando queste sono in difficoltà”.

“Padre Gherardo ha creduto molto in questo e nella necessità di un educazione integrale, che non fosse solo scolastica, ma che toccasse tutte le dimensioni della vita. Quello che vorremmo fare noi adesso – ha fatto presente – è di restare al passo delle esigenze dei ragazzi come lui ha fatto decenni fa”.

Oggi la Casa del Fanciullo si sviluppa attorno a quattro servizi principali che operano in maniera capillare sul territorio per continuare l’opera di sostegno ai bambini che vivono situazioni di disagio, ma aperti al contempo a tutte quelle famiglie che sposano la filosofia e la mission formativa della cooperativa.

“Negli anni abbiamo consolidato i nostri servizi storici – ha ricordato sempre Barbara Vaciago – ovvero la scuola primaria paritaria dei Vaccari; il centro socio educativo “Tandem” per adolescenti e preadolescenti, una comunità residenziale per minori e la casa per il soggiorno estivo di Carenno, che quest’anno compirà 60 anni di età”.

“Stiamo però dando vita a nuovi progetti – ha concluso – in particolare i nostri educatori sono coinvolti in iniziative rivolte ad altre scuole di Piacenza, che vanno dalla scuola dell’infanzia fino alle superiori, operando su tematiche come il cyberbullismo ed attività di Pet Education, volte a migliorare la conoscenza degli animali famigliari, scoprendone le modalità di comunicazione”.

Nel corso della mattinata sono intervenuti inoltre Anna Debè e Pierpaolo Triani dell’Università Cattolica, oltre che alcuni educatori ed insegnanti della Casa del Fanciullo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.