Nuove fioriere e alberi con fiori biancorossi “Diamo ordine alla città” fotogallery

“Con il nuovo arredo urbano diamo ordine alla città, togliendo vecchie fioriere e rastrelliere, una diversa dall’ordine, creando uniformità e armonia di colori”.

Così gli assessori Erika Opizzi e Marco Tassi hanno presentato i nuovi elementi di arredo urbano che decorano il centro storico. Una ventina di fioriere in corten, che ospitano alberi di hibiscus e lagerstroemia bianchi e rossi, nuove rastrelliere e transenne per un impegno di spesa di circa 25mila euro.

I nuovi arredi sono stati posizionati in piazza Borgo, nei pressi di piazza Cavalli, a cornice del teatro Municipale e nelle vie che costeggiano il Corso e via Cavour.

Erika Opizzi e Marco Tassi

“Il primo passo è stato rimuovere le vecchie fioriere in piazza Duomo, rotte e diventate in pratica dei cestini – spiega Opizzi -, poi abbiamo iniziato a lavorare sull’uniformità da dare al centro storico. Si è deciso di non scegliere più fioriere pesanti, in pietra, perché spostarle in occasioni di eventi particolari richiedeva un investimento di spesa pari a 5mila euro. Abbiamo poi scelto il colore che più caratterizza Piacenza, ossia il rosso del Gotico”.

“Per questo motivo è stato scelto questo materiale, acciaio corten, per le nuove fioriere, sufficientemente leggere da poter essere spostate all’occorrenza con uno dei nostri muletti e allo stesso tempo robuste, mentre per le nuove alberature abbiamo puntato su piante sufficientemente resistenti e adatte al nostro clima, che non compromettessero la visuale della nostra città e la sicurezza di chi si muove in macchine. Si tratta di alberi che faranno fiori da giugno e ottobre, di colore bianco e rosso anche se è possibile che alcuni abbiano una sfumatura fucsia, cosa dovuta a una mutazione per renderle più resistenti alle intemperie”.

Tra le aree oggetto dell’intervento figura anche il Municipale, dove sono state posizionate 10 fioriere, a corredo del teatro.

“Questa è una delle competenze assegnatami dalle deleghe che mi sono state attribuite – dice Tassi -; il mio impegno è quello di continuare a lavorare per rendere il centro più bello e fruibile”.

Il progetto di uniformare l’estetica del centro storico non si ferma qui. “Insieme all’assessore Tassi – continua Opizzi – stiamo lavorando con la Soprintendenza per definire un regolamento unico che uniformi anche i dehors, al quale gli esercenti si dovranno attenere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.