Si pensa al futuro del Garilli: vertice in Municipio con il Piacenza

Settimana decisiva per il Piacenza Calcio, che sabato pomeriggio a Siena si gioca la promozione diretta in Serie B, ma intanto si guarda anche al futuro dello stadio Garilli, che necessita di significativi interventi.

Per fare il punto della situazione, nel pomeriggio del 30 aprile in Municipio è andato in scena un vertice tra il  Comune e il Piacenza Calcio: presenti il sindaco Patrizia Barbieri, l’assessore allo Sport Stefano Cavalli, il presidente della società Gatti e Mario Chitti, membro del cda della società biancorossa, per fare il punto sull’adeguamento dell’impianto alle nuove normative.

Per consentire al Piacenza Calcio di partecipare al prossimo campionato, infatti, dovranno essere fatti importanti interventi sul “Garilli”, indipendentemente dalle sorti della squadra, sia che resti in serie C che venga – come ovviamente spera tutta la città – promossa in serie B.

Gli interventi riguardano in particolare l’impianto di illuminazione e l’installazione di seggiolini con schienale, oltre a una sistemazione della curva Sud.

Opere che potrebbero costare, riferisce l’assessore Stefano Cavalli “diverse centinaia di migliaia di euro”, e che dovranno essere predisposte nelle prossime settimane, mentre l’ipotesi di un nuovo stadio è “molto prematura” dice sempre l’assessore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.