Osso ritrovato nel Nure, non è di Filippo Agnelli ma di una donna del ‘700

Più informazioni su

E’ giunta direttamente da un laboratorio specializzato della Florida la conferma che l’osso umano ritrovato nel greto del torrente Nure, in provincia di Piacenza nel gennaio scorso, non appartiene a Filippo Agnelli, il 67enne scomparso la notte dell’alluvione del 14 settembre 2015 (venne inghiottito con la sua auto dalla piena) e il cui corpo, a quasi quattro anni di distanza, non è ancora stato ritrovato.

Il laboratorio di antropologia forense di Milano lo aveva spedito in America per analisi approfondite con esami al radio carbonio: gli specialisti di Miami hanno stabilito con sufficiente precisione che si tratta invece di un femore di donna, di circa 57 anni, risalente addirittura al 1700. (Fonte Ansa).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.