Il Piace batte il Cuneo (2-1) e si porta a meno 1 dall’Entella (sconfitta) COMMENTO

Più informazioni su

PIACENZA – CUNEO 2-1 (FINALE)
Bertoldi al 5, Ferrari al 45′ (r), Corradi al 64′

Il Piacenza può fare festa sotto ai propri tifosi: i biancorossi ottengono il settimo risultato utile consecutivo e si lanciano ad un punto dal primo posto della classifica del Girone A.

La Virtus Entella ha infatti incassato una sonora sconfitta a Busto Arsizio per 2 a 0 dalla Pro Patria. I giochi promozione sono più che mai aperti, in vista dello scontro diretto.

IL COMMENTO di Luigi Carini

Era scontato che il Cuneo sarebbe stato un ostacolo assai difficile. La sua precaria classifica, dovuta alla notevole penalizzazione (21 punti in meno), non rende il giusto merito al suo valore e fa sì che anche un singolo punto possa servire ad evitare i play out e quindi l’eventuale retrocessione

A tutto ciò si potrebbe aggiungere l’avversa tradizione, fattore che non scende in campo ma che è sembrato aleggiare sulla partita almeno per i primi 45’, fino a quando, cioè, il solito Ferrari trasformava l’ormai abituale rigore (terzo consecutivo) dopo che i piemontesi avevano sciupato una clamorosa occasione per raddoppiare.

La partita del Piacenza è stata un insieme di luci ed ombre. Ombre (pesanti) nella fase iniziale con un Piacenza letteralmente in difficoltà ed incapace di trovare ordine e raziocinio manovrando in modo confusionario con un numero eccessivo di errori sia in fase di costruzione che nella finalizzazione.

Luci nella capacità della squadra di restare sempre attaccata alla partita, mantenendo i ritmi alti fino al vantaggio definitivo esprimendo anche qualità pur se in modo saltuario.

Oltre alla importantissima posta in palio ingigantita dalle sconfitte del Siena e, soprattutto, dell’Entella, la partita ci ha reso un Piacenza in piena salute fisica e mentale.

Ci sono giocatori che scoppiano di salute come Barlocco e quel Corradi ancora una volta decisivo ed autore di spunti di pregevoli fattura, per non dire del solito guerriero Ferrari e dell’insuperabile Bertoncini.

Ed ora la trasferta di Lucca prima della madre di tutte le partite: la sfida alla regina Entella. L’entusiasmo non manca come l’ottimismo: entrambi potrebbero portarci lontano.


LA CRONACA

Finale al Garilli. Il Piacenza supera in rimonta il Cuneo per 2-1 e si porta ad un solo punto di distanza dalla capolista Virtus Entella: decisive le reti di Ferrari e Corradi, inutile il gol ospite siglato da Bertoldi al 5′

Concessi 5 minuti di recupero al Garilli. Intanto è finale il risultato a Busto Arsizio, l’Entella sconfitta 2 a 0 dalla Pro Patria.

Biancorossi che stanno governando il vantaggio. Doppio cambio per Franzini: dentro Cauz e Terrani, fuori Sestu e Barlocco.

Al 79′ Cambio nel Piacenza: fuori Marotta, applaudito da tutto il pubblico. Dentro Porcari.

Un occhio anche al risultato dell’Entella, che è sotto di due reti, contro la Pro Patria.

Passa in vantaggio il Piacenza con Corradi al 64′. All’interno dell’area di rigore, Ferrari serve uno splendido pallone al numero 10 che, davanti al portiere, non può sbagliare

Al 52′ opportunità per il Piacenza: la difesa del Cuneo si dimentica di Nicco che, invitato da Corradi, spedisce il pallone alto sopra la traversa da distanza ravvicinata.

Si riprende nel secondo tempo.

Finisce il primo tempo al Garilli

Al 45′ + 3′ Franco Ferrari pareggia: lascia partire un missile dagli undici metri, non può nulla Cardelli: ristabilita la parità al

Proteste vibranti dei giocatori del Cuneo che contestano il penalty

Dopo due minuti di recupero dopo la fine del primo tempo calcio di rigore per il Piacenza per un fallo di mano in area di Cristini che viene ammonito.’

Al 44′ va vicino al gol il Cuneo. Castellana prolunga per Kanis che, uno contro uno con Fumagalli, mette il pallone a lato: clamorosa chance non sfruttata.

Al 42′ Piacenza ad un passo dal pareggio con Marotta calcia a botta sicura al volo dal limite, il pallone arriva sui piedi di Ferrari che, in girata, non riesce a sorprendere il portiere avversario.

Preme il Piacenza, al 17′ cross di Sestu, Cardelli anticipa Ferrari con un buon intervento nei pressi dell’area piccola.

Al 12′ Occasione per il Piacenza: lancio dalle retrovie da parte di Barlocco, Paolini va a vuoto all’interno dell’area di rigore ma i ragazzi di Franzini non sfruttano.

Al 5′ passa il Cuneo, calcio d’angolo battuto molto bene da Said Mhando, la difesa del Piacenza si fa trovare impreparata sullo stacco aereo di Luca Bertoldi che, tutto solo sul secondo palo, non ha avuto alcun problema a battere Fumagalli.

Jacopo Silva si infortuna dopo due minuti di gioco, al suo posto entra Pergreffi.

 

Franzini manda in campo i biancorossi col 3-5-2: Pergreffi ha recuperato dall’infortunio al polpaccio ma partirà dalla panchina, Sestu affiancherà Ferrari in attacco. Dall’altra parte, probabile 3-5-1-1 per Cristiano Scazzola, che ha deciso di lasciare fuori Emmausso e Celia che sembrava dovessero partire titolari.

PIACENZA (3-5-2): Fumagalli; Della Latta, Silva, Bertoncini; Di Molfetta, Nicco, Marotta, Corradi, Barlocco; Sestu, Ferrari. A disp: Calore, Calzetta, Sylla, Cauz, Pergreffi, Corazza, Mulas, Bachini, Corsinelli, Perez, Porcari, Terrani. Allenatore: Arnaldo Franzini

CUNEO (3-5-1-1): Cardelli; Cristini, Santacroce, Castellana; Spizzichino, Bobb, Kanis, Paolini, Bertoldi; Said Mhando; Defendi. A disp: Gozzi, Tafa, Pecorini, Arras, Caso, Emmausso, Jallow, Ferrieri, Reymond, Celia, Marin, Gissi. Allenatore: Cristiano Scazzola

ARBITRO: Luca Zufferli di Udine (Sartori-Lenarduzzi)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.