Transito in auto su argine Po, Fdi: “Arrivate tutte le domande ad Arpae?”

“I comuni di Castelvetro Piacentino e Monticelli d’Ongina hanno inviato ad Arpae Sac di Piacenza l’istanza relativa alla concessione di transito sulle sommità arginali?”.

A chiederlo, con un’interrogazione presentata oggi, è il consigliere piacentino di Fratelli d’Italia Giancarlo Tagliaferri prendendo spunto dalla risposta ottenuta dall’assessorato a un precedente atto ispettivo dalla quale emergeva che i due comuni, al contrario di quelli di Piacenza, Castel San Giovanni, Rottofreno, Caorso, Calendaso e Villano d’Arda, non avevano ancora spedito le domande.

Una situazione che stava bloccando l’iter amministrativo creato per rilasciare, in trasparenza, le autorizzazioni agli agricoltori per il passaggio con i propri veicoli sulle sommità arginali in modo da accedere ai poderi. Gli agricoltori in questione avevano anche già ottenuto le autorizzazioni di AiPo per l’anno scorso.

Il consigliere chiede anche, “in caso di risposta negativa al precedente quesito, se l’amministrazione regionale non ritenga di dovere sollecitare Arpae a provvedere comunque a esaminare e pronunciarsi sulle istanze (pendenti) dei comuni richiedenti (Piacenza, Castel San Giovanni, Rottofreno, Caorso, Calendasco, Villanova sull’Arda), risultando all’evidenza di natura omissiva la situazione ad oggi radicata”.

Infine domanda “se, in ragione della scadenza dell’atto disciplinare (numero 751 del 30 luglio 2007) adottato dall’AiPo, i comuni interessati si siano attivati per richiedere il rinnovo dell’autorizzazione riguardante l’itinerario ciclabile Via Po”. (Andrea Perini)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.