Trasferimento archivio di Stato, Murelli e Pisani (Lega) ribattono a Foti (FdI) “I fondi ci sono”

Archivio di Stato, i parlamentari della Lega Elena Murelli e Pietro Pisani replicano a Tommaso Foti (FdI) sui fondi necessari per il trasferimento nell’ex caserma Cantore.

“Nessuna “mortificazione” per la città, né 4,5 milioni “inopinatamente” tolti dal Governo alla città. I soldi ci sono – affermano -. Probabilmente, l’onorevole Foti ha dimenticato di esplicitare le fasi del procedimento. Per l’Archivio di Stato, il cui trasferimento dall’attuale Palazzo Farnese alla ex caserma Cantore è previsto entro il 2022, la Direzione generale Archivi (del ministero per i Beni culturali) ha inserito nella programmazione 2 milioni di euro per gli anni 2019 e 2020. Soldi che servono “per il completamento della sede”, come ha scritto il ministero in una relazione al sottosegretario Lucia Borgonzoni”.

“I soldi ci sono – spiegano i parlamentari del Carroccio – solo che vengono dati in momenti diversi. Il milione e 440mila euro stanziato riguarda soltanto l’adeguamento alle norme antincendio. E la risposta data a un’interrogazione di due deputati di Fratelli d’Italia, Galeazzo Bignami e Tommaso Foti, dal sottosegretario ai Beni culturali, Gianluca Vacca, ha evidenziato come “non vi sono inopinati ostacoli al trasferimento dell’Istituto (l’Archivio, ndr) ma solo il corretto uso delle risorse pubbliche””.

“La nota della Direzione generale Archivi al sottosegretario Borgonzoni afferma che per l’Archivio sono stati ritenuti necessari 6 milioni di euro, stanziati con il decreto 467 del 25 ottobre 2018. Inoltre, si ricorda che “tale stima del fabbisogno è stata effettuata” su una nota del Responsabile unico del procedimento (Rup) che ha eseguito diverse ricognizioni”.

“E’ stato, poi, tenuto in considerazione che “per la realizzazione di detta sede (l’Archivio di Piacenza, ndr) sono già stati stanziati 2,5 milioni di euro, inseriti nel Programma triennale 2016-2018” importo già finanziato. Il ministero, infine, fa sapere a Borgonzoni che, con questo stanziamento, il trasferimento possa avvenire nei tempi previsti e ci sia “l’avvio delle operazioni di trasferimento della nuova sede””.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.