Quantcast

Violato il divieto di avvicinamento alla famiglia, 38enne finisce in carcere

Violato il divieto di avvicinamento alla famiglia, 38enne finisce alle Novate.

Sono stati gli agenti della Squadra Mobile della questura a dare esecuzione nei giorni scorsi ad un’ordinanza che ha disposto la custodia cautelare in carcere per un 38enne italiano, indagato per maltrattamenti nei confronti della moglie e già destinatario di divieto di avvicinamento alla stessa.

All’inizio di quest’anno, infatti, a seguito di un intervento delle volanti per lite in famiglia era emersa una situazione di disagio familiare profondo causato dai continui atteggiamenti aggressivi di un uomo, padre e marito, nei confronti della moglie e del figlio minore, con lui conviventi.

La successiva denuncia della donna – riferiscono gli inquirenti – ha messo in luce “uno stato di soggezione psicologica e fisica, associato a paura ed ansia crescenti causate da anni di aggressioni verbali e fisiche, connotate dallo stato di ubriachezza abituale dell’uomo, oltre che di ripetute minacce di morte: in particolare in un’occasione la donna ha spiegato di essere stata minacciata dal marito con un coltello, il tutto alla presenza dei figli”.

L’attività di indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Piacenza, ha consentito di raccogliere una serie di testimonianze che hanno portato ad ottenere dal GIP presso il Tribunale di Piacenza l’emissione nei confronti dell’uomo di un divieto di avvicinamento alla moglie e ai figli.

Prescrizioni che l’uomo non ha rispettato: alla metà di aprile è stato infatti scoperto dalla stessa moglie all’interno dell’abitazione familiare. Episodio, quest’ultimo, che ha consentito di richiedere un aggravamento della misura del divieto di avvicinamento, al fine di tutelare e garantire l’incolumità della donna.

A seguito dell’emissione dell’Ordinanza di aggravamento, l’uomo è stato condotto al carcere delle Novate in regime di custodia cautelare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.