Anonymous “buca” le mail di 30mila avvocati: online anche i dati di 232 piacentini

Nomi, cognomi, contenuti delle mail, indirizzi, numeri di telefono e password.

Ci sono anche i dati sensibili di 232 avvocati dell’Ordine di Piacenza tra quelli pubblicati in rete da Anonymous, che ha “bucato” le Pec (la posta elettronica certificata) di oltre 30 mila avvocati italiani, tra cui quella della sindaca di Roma, Virginia Raggi.

“Con questa operazione – spiega il collettivo di hacker sul proprio blog – vogliamo ricordare i vecchi amici Aken e Otherwise arrestati nel maggio 2015. Non avete capito che Anonymous non ha leader? Arrestati 2 altri 100 ne nascono”.

Il blitz nei sistemi informatici di alcuni Ordini degli avvocati d’Italia era stato annunciato dall’organizzazione proprio lunedi’, primo giorno di una “lunga settimana” di rivelazioni, come scrivevano gli hacker su Twitter.

Nello stesso giorno erano state annunciate le violazioni degli elenchi dell’Ordine degli Avvocati di Caltagirone, in Sicilia, e di Matera, in Basilicata. Nella mattinata del 7 maggio, invece, è arrivata la pubblicazione dei dati di 232 avvocati dell’Ordine di Piacenza, antipasto del blitz effettuato sulle mail dei colleghi di Roma.

La presidente dell’Ordine degli Avvocati di Piacenza Graziella Mingardi spiega di aver saputo in presa diretta dell’attacco hacker, anche grazie alla presenza di un tecnico informatico nella sede dell’Ordine. “Non abbiamo ancora elementi sufficienti per capire la portata – aggiunge – di questa violazione dei dati, anche perchè tanti di questi non sono sensibili ma già pubblici, stiamo cercando di comprendere se ci sono stati accessi alle password. In ogni caso daremo indicazione a tutti i nostri iscritti di cambiarle”.

“Quanto ai nostri clienti e alla loro privacy – ha specificato – possono stare tranquilli perchè non c’è stata nessuna fuga di informazioni, questo attacco ha riguardato solo la piattaforma degli avvocati, da cui non si può accedere ai dati dei clienti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.