“Essere Beethoven”, più di 100 bambini sul palco del Municipale

Più informazioni su

Più di 100 i bambini sul palco al Teatro Municipale (Piacenza), in scena “Be-Beethoven!”, uno spettacolo musicale e teatrale ideato dal maestro Corrado Casati, direttore del coro del Teatro Municipale e ideatore del progetto, in collaborazione con le insegnanti della scuola primaria Due Giugno e De Amicis.

Uno spettacolo brillante e divertente, grazie alla naturalezza ed alla spontaneità dei bambini della quarta A e quarta C della scuola De Amicis e delle classi quarta A, quarta B, e quinta A e quinta B della scuola Due Giugno, che hanno saputo muoversi in perfetta armonia con i professionisti sul palco: Dario Giorgelé, baritono interprete di Beethoven, Ruggiero Lopopolo, basso padre di Beethoven, Paola Quagliata, la domestica soprano, Lorenzo Barbieri, baritono (Mozart), Aronne Rivoli, tenore (Rossini), Carlo Nicolini, baritono (Hydn) e Donato Scorza, tenore (Kant).

Quest’anno il progetto collabora anche con l’accademia delle belle arti di Brera, che si è prestata per la realizzazione delle scenografie e degli oggetti di scena ad opera del professor Angelo Falmi, dei suoi studenti e dei bambini stessi. Lo spettacolo realizzato dai bambini delle scuole primarie ha per oggetto la vita di Beethoven, anticipando il 250esimo anniversario della nascita del compositore viennese che si terrà nel 2020.

Il progetto è rivolto alla diffusione della cultura musicale nelle scuole elementari; in particolare si cerca di stimolare l’interesse culturale dei bambini verso il patrimonio operistico. L’anno scoro il maestro Casati ha guidato i bambini nella Cenerentola di Rossini, quest’anno su Beethoven. “Uno dei più ostici da affrontare e da proporre” come scrive il critico musicale e docente del Conservatorio Nicolini Francesco Bussi, per il libretto dello spettacolo.

I bambini ripercorrono alcuni momenti della vita di Beethoven, come ad esempio l’incontro con Mozart e Franz Joseph Haydn, nel primo atto, e con Gioacchino Rossini, nel secondo. Bambini e professionisti si sono esibiti nel primo atto nella Sonatina primo e secondo tempo, Sonatina n.8 “Patetica” di Beethoven, “O isis und Osiris”, “Notte e giorno faticar” di Mozart.

Nel secondo atto hanno proposto la “Sinfonia n.5 e “Danze scozzesi” di Beethoven; “Kaiserhymne” di Franz Joseph Hydn; “Nel cor più non mi sento” di Giovanni Paisiello; “Mi par d’esser con la testa” di Gioacchino Rossini. Nel terzo atto la sinfonia n.6 e 7 di Beethoven e “An die freude”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.