Celebrazioni Anno Gerardiano, nel segno dello sport il legame tra Piacenza e Potenza

Più informazioni su

Nell’ambito dell’Anno Gerardiano, per il nono centenario della morte di San Gerardo Della Porta (1119-2019), santo di origine piacentina, già vescovo di Potenza e patrono della città lucana, sabato 18 e domenica 19 maggio si celebrerà a Piacenza una nuova tappa del gemellaggio fra le due comunità, che riguarderà in particolare l’ambito sportivo.

Sabato 18, alle 11 la delegazione potentina e la squadra del Potenza Rugby visiteranno i Musei di Palazzo Farnese, mentre nel pomeriggio, alle 16, saranno accolti sul sagrato della Cattedrale insieme a una rappresentanza dei Rugby Lyons (categorie Seniores e Under 14) dal vescovo monsignor Gianni Ambrosio, per un saluto e una benedizione nel ricordo di San Gerardo. Domenica 19 maggio, con inizio alle 9, si svolgerà il Torneo tra Lyons Piacenza e Potenza Rugby (categorie Seniores e Under 14), nello stadio “Gigi Savoia” in Strada delle Novate.

Le iniziative sono promosse in collaborazione fra i Comuni di Piacenza e Potenza, le Diocesi e i Conservatori delle rispettive città, Cnr Ibam e Associazione Domus Justinae.

Ma come si è arrivati a questo gemellaggio? Lo spiega Sandro Spezia, dirigente Lyons che si è occupato dell’organizzazione del gemellaggio fin dalle fasi embrionali: “La città di Potenza in occasione di questa importante ricorrenza ha sviluppato una lunga serie di attività, tra le quali è nata l’idea di coinvolgere anche la nostra città, luogo di nascita di San Gerardo”.

“Tra i promotori dobbiamo sicuramente ringraziare il Dr. Canio Sabia, potentino di origine che vive a Piacenza da diversi anni e il cui figlio milita nelle nostre giovanili: è venuto quindi naturale organizzare questo gemellaggio tra le due società rugbistiche, con i Lyons in prima fila per favorire i contatti con il CUS Potenza, le Curie e i sindaci delle due città.”

Una bella iniziativa che porterà i giocatori delle due squadre a un’esperienza particolare e sicuramente interessante, con i ragazzi piacentini che faranno visita alla località lucana nel weekend 28-30 giugno, in cui avranno la possibilità di visitare anche la vicina Matera, capitale europea della cultura 2019. Un’iniziativa che celebra l’antico legame tra due città e lo fa attraverso una delle discipline che maggiormente celebrano i legami di amicizia, anche e soprattutto con gli avversari, ovvero il rugby

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.