“Controlli nei locali, più collaborazione dai gestori: fermati diversi eventi a rischio”

“Negli ultimi mesi abbiamo controllato più di 85 locali in città e provincia notando una maggiore attenzione, anche per quanto riguarda la sicurezza strutturale, con i gestori che hanno iniziato a segnalare iniziative e feste estemporanee e disorganizzate: abbiamo già evitato lo svolgimento di almeno sette o otto eventi che potevano comportare pericolo per i nostri ragazzi”.

E’ stato il questore di Piacenza Pietro Ostuni nel corso di un incontro in Prefettura a fare il punto della situazione sul protocollo sicurezza nelle discoteche e sui controlli svolti dalle forze dell’ordine. “Interventi con intento preventivo e non repressivo – ha precisato Ostuni – che hanno interessato tanti locali pubblici portando a provvedimenti importanti”.

Prossimo passo del protocollo sarà l’installazione di defibrillatori in alcune discoteche in collaborazione con Progetto Vita, i cui operatori saranno a disposizione dei ragazzi per illustrare manovre salvavita e l’utilizzo dei preziosi strumenti.

La conferenza stampa in Prefettura sul protocollo discoteche

Le iniziative messe in campo da Progetto Vita e per quanto riguarda il disagio giovanile – ha sottolineato il comandante provinciale dell’Arma Colonnello Michele Piras -ci hanno consentito nell’ultimo periodo di notare un maggior coinvolgimento ed apertura da parte dei giovani nei confronti delle forze dell’ordine. Non veniamo visti solo come coloro che reprimono, bensì come persone con cui dialogare e a cui chiedere suggerimenti”.

“La nostra presenza – ha concluso – fa prevenzione anche se non è commensurabile in dati. Nelle nostre attività di monitoraggio non sono state riscontrate criticità particolari”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.