PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dl Crescita, Confedilizia “Bene riduzione obblighi Srl”

“L’emendamento della Lega al decreto crescita, con cui si limitano gli obblighi per le società a responsabilità limitata in tema di sindaci e revisori, è una buona notizia per tante società immobiliari. Ne diamo volentieri atto al Viceministro dell’economia Garavaglia, il quale in tal senso si era impegnato rispondendo a una segnalazione di Confedilizia. Nelle conclamate difficoltà del mercato immobiliare, gravare di nuovi oneri società che faticosamente resistono alla crisi non è la strada giusta”.

Così il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa. “Confidiamo – prosegue – che l’emendamento sia approvato, così come auspichiamo che nel provvedimento trovino spazio alcune altre misure minime di attenzione al settore immobiliare”.

“Tra esse ricordiamo: l’eliminazione dell’Imu sui negozi sfitti, preannunciata dal Vicepremier Salvini; l’estensione della cedolare secca per gli affitti commerciali, introdotta con l’ultima manovra ma limitata ai contratti stipulati nel 2019; la stabilizzazione della cedolare del 10 per cento per le locazioni abitative a canone concordato, che scade alla fine di quest’anno e il cui incerto futuro ha già impedito la stipula di molti contratti a canone calmierato; l’estensione della deducibilità dell’Imu dalle imposte sui redditi, prima a tutti gli immobili delle imprese, inclusi quelli abitativi locati a terzi, e poi anche a quelli delle persone fisiche.

“Si tratta – conclude il presidente di Confedilizia – di interventi finalizzati alla crescita, in coerenza con gli scopi del decreto. Una crescita che l’immobiliare, se non ostacolato, può assicurare più di qualsiasi altro comparto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.