“Esce dal campo, si ubriaca al bar e rientra con la sigaretta”: 5 giornate di squalifica

In panchina durante una partita, si alza per andare al bar e al suo rientro in campo viene “sorpreso dall’arbitro a fumare” e “in evidente stato di ubriachezza”.

Sembra uno scherzo, ma è scritto nero su bianco in un comunicato ufficiale della Figc di Piacenza che annuncia la squalifica per cinque turni di un calciatore del Gropparello.

L’incredibile episodio, secondo quanto riportato, è accaduto domenica durante una partita del campionato di Terza Categoria. Il giocatore, in quel momento in panchina, – si legge – “abbandonava il terreno di giuoco senza autorizzazione per recarsi al bar, si approvvigionava di bevanda alcoolica, rientrava sul terreno di giuoco e si posizionava nel campo per destinazione, vicino alla panchina avversaria. L’arbitro si avvicinava allo stesso, sorpreso anche a fumare, per formalizzare l’espulsione; si accorgeva che era in “stato di evidente ubriachezza”.

Un comportamento – viene sottolineato –  “assolutamente non prevedibile, sconcertante e privo di etica, che non ha nulla a che vedere con la sanità dello sport”.

Oltre alle cinque giornate di squalifica comminate al calciatore, è arrivata anche una multa di 75 euro per il Gropparello “per inadempienza dei propri doveri da parte dei dirigenti, per avere consentito durante il primo tempo che un calciatore abbandonasse la panchina, senza autorizzazione, per andare al bar del campo sportivo e approvvigionarsi di bevanda alcoolica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.