Fillea Cgil, Efori nuovo segretario provinciale “Prima i lavoratori, senza distinzioni”

Più informazioni su

Marco Efori è il nuovo segretario della Fillea Cgil di Piacenza. L’Assemblea generale che rappresenta oltre 1.500 tra lavoratori e lavoratrici dell’edilizia, dell’industria del cemento, del legno e affini solo in Provincia di Piacenza, ha eletto Efori su proposta del segretario della Camera del Lavoro, Gianluca Zilocchi, dopo le procedure di consultazione previste da Statuto.

Efori, classe ’68, piacentino, distaccato Cementirossi, subentra a Filippo Calandra che a sua volta è stato eletto Segretario Regionale dell’Emilia-Romagna della Fillea Cgil. Calandra, da oltre quattro anni al vertice di Fillea Piacenza, presente ieri insieme a Maurizio Maurizzi, segretario organizzativo nazionale della categoria, ha ringraziato i lavoratori piacentini, il nuovo segretario provinciale e ha assicurato “massima attenzione per il territorio” anche nella sua nuova veste di rappresentanze regionale.

Marco Efori si è avvicinato al sindacato fin da giovanissimo: a fine anni ’90 eletto RSU in Cementirossi, nel 2004 è distaccato in Camera del Lavoro a Piacenza. In passato ha ricoperto il ruolo di segretario generale della Filt Cgil per un periodo (2009-2011) prima di passare al sindacato dell’edilizia come funzionario e, da oggi, come segretario generale provinciale.

“Noi ci occupiamo dei diritti dei lavoratori – ha premesso Efori all’assemblea presieduta da Vanessa Campagnoli nel corso del suo discorso di investitura -, di tutti i lavoratori. Perché in un momento in cui nella società e nei luoghi di lavoro si sente spesso dire “prima gli italiani”, la Fillea dice forte e chiaro: prima i lavoratori, senza distinzione di sesso, religione o colore della pelle come sancisce la Costituzione”.

Inclusione e solidarietà, da un lato. Ma occhi puntati e attenzione altissima su altre questioni che Efori ha messo in cima all’agenda di lavoro di Fillea Cgil Piacenza: “La sicurezza sul lavoro è un obbligo contrattuale, normativo e morale” ha detto ricordando Alessandro Zigliani, muratore bergamasco che a Piacenza ha trovato la morte proprio il giorno della Festa dei lavoratori.

Altro tema caldo, per Efori, sono le infiltrazioni della criminalità organizzata nell’economia reale. “Dobbiamo tenere gli occhi aperti perché come ha dimostrato l’inchiesta Aemilia, la malavita guarda al nostro settore e noi lavoratori dobbiamo essere gli anticorpi della società civile contro queste infiltrazioni”.

Efori, infine, ha parlato dell’importanza dei prossimi appuntamenti di contrattazione territoriale di secondo livello e ha annunciato, inoltre, un tour nei luoghi di lavoro per incontrare delegati e lavoratori, con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente una categoria che, in questi anni, si è notevolmente rafforzata in termini di rappresentatività a livello locale e non solo.

Nella foto, da sinistra: Zilocchi, Campagnoli, Efori, Calandra, Maurizzi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.