Gardini, neoallenatore Gas Sales: “Mercato di corsa, la priorità è costruire un gruppo” foto

“La priorità è costruire un gruppo”. Mister Andrea Gardini si presenta con le idee piuttosto chiare alla prima uscita pubblica come nuovo allenatore della Gas Sales Piacenza, neopromossa in Superlega.

Andrea Gardini presentazione Gas Sales

Il tecnico di Bagnocavallo è stato presentato ufficialmente alla Banca di Piacenza affiancato dal direttore generale Hristo Zlatanov con il quale ha condiviso l’esperienza biancorossa sottorete nella stagione 2003/2004. Presente anche il secondo allenatore Massimo Botti, che si occuperà anche settore giovanile. A introdurre il nuovo allenatore il vice presidente Gas Sales Giuseppe Bongiorni e il vicedirettore generale Pietro Boselli.

“Ho un ricordo piacevolissimo del mio ultimo anno di carriera qui a Piacenza – ha ricordato Gardini – e poi “Zlaty” mia aveva già trasmesso un grande entusiasmo e ho trovato persone e una bellissima realtà con tanta voglia di fare. L’annata che sta per iniziare sarà complicata perchè i regolamenti consentono alla squadra che vince l’A2 di operare a mercato ormai fatto, a differenza che in Polonia, dove a gennaio-febbraio avevamo già chiuso la squadra per l’anno successivo”.

“Quindi entrando in gioco a maggio si perdono molte opportunità, ma questo non ha ci scoraggiato assolutamente, anzi stiamo correndo come matti per creare qualcosa di interessante e c’è tutto quello che può servire per fare bene”.

“Il mio mestiere è allenare – fa notare – e qui non occorre ripartire da zero ma da qualcosa di importante che c’è, quello che devo fare è costruire una squadra, rendere dei ragazzi con background molto diversi un gruppo solo. Quindi sto cercando di sceglierli con la società nel migliore dei modi, faccio questo in giro per il mondo e c’è la possibilità di farlo in Italia nelle condizione giuste e ho accettato con grande entusiasmo questo compito. Sono convinto di poter fare bene e non sono tornato indietro rispetto alla parola data”.

Soddisfazione è stata espressa dalla presidente Elisabetta Curti: “Quando avremo completato l’organico e avremo la squadra potremo darci degli obiettivi chiari, abbiamo un allenatore di grande esperienza e nel nostro staff c’è anche l’allenatore Botti che è un valore aggiunto, ci sono già le condizioni per fare bene”.

Massimo Botti commenta il suo ruolo di vice dopo la stagione appena vinta sulla panchina Gas Sales: “Abbiamo raggiunto un accordo con la società, era necessaria una soluzione che stimolasse tutti. Per quanto mi riguarda fare il secondo di una figura così carismatica come Andrea Gardini e iniziare il percorso di costruzione del settore giovanile, che sarà un lavoro enorme perchè si parte da zero. Bisognerà convincere i ragazzi a giocare a pallavolo attraverso un progetto”.

Curti e Sforza Fogliani

Andrea Gardini ha appena vinto il campionato polacco alla guida dello Zaksa, formazione che allenava dal 2017 e con cui aveva disputato anche l’ultima Champions League inserita nel girone con Civitanova e Modena, chiudendo il raggruppamento in seconda posizione alle spalle della Lube.

Il tecnico, nato a Bagnacavallo il primo ottobre 1965, torna in Italia dopo aver allenato anche l’Azs Olsztyn dal 2014 al 2017. In passato è stato vice di Andrea Anastasi sulla panchina dell’Italia e quindi su quella della Polonia.

Da giocatore Gardini ha vinto tutto, sia con la maglia azzurra sia con quella del club: primo italiano a essere inserito nella Volleyball Hall of Fame (l’11 ottobre del 2007) ha conquistato tre Mondiali consecutivi a Rio de Janeiro nel 1990, Atene nel 1994 e Tokyo nel 1998.

Nel palmares anche l’argento olimpico di Atlanta 1996 e il bronzo a Sydney 2000. Da giocatore vanta, fra gli innumerevoli titoli, anche sette scudetti, quattro Coppe dei Campioni e un Mondiale per Club con le maglie di Ravenna, Treviso, Roma, Bologna e Modena.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.