Gli Alpini piacentini sfilano per le strade di Milano nell’Adunata del centenario fotogallery

Gli Alpini piacentini sfilano per le strade di Milano alla grande parata, momento clou della 92esima Adunata nazionale, in cui si festeggia il Centenario della fondazione dell’Ana.

Adunata - La sfilata degli alpini piacentini

Dietro lo striscione di Piacenza Primogenita almeno 700 penne nere dalla nostra provincia, accompagnati da diversi sindaci e amministratori del territorio, hanno partecipato domenica al corteo lungo le vie di una città festante, attraversando corso Venezia, piazza San Babila, corso Matteotti, piazza Meda, via San Paolo, corso Vittorio Emanuele II, piazza Duomo, via Orefici, via Dante, prima dello scioglimento in Largo Cairoli e Foro Buonaparte.

La sezione provinciale dell’Ana, presieduta da Roberto Lupi, è stata accompagnata dalla fanfara diretta dal maestro Edo Mazzoni. Dopo la grande Adunata del 2013 la nostra città tornerà ad ospitare un importante appuntamento dedicato alle penne nere i prossimi 19 e 20 ottobre, con il raduno del 2° Raggruppamento Alpini che richiamerà a Piacenza le 19 sezioni di Emilia Romagna e Lombardia: sono attese tra le 20 e le 25mila persone.

IL VIDEO DELLA SFILATA

IL CORTEO – Gli alpini a Milano hanno sfilato in 80mila per 12 ore lungo gli oltre 2 chilometri del percorso, da porta Venezia a largo Cairoli, passando per il Duomo dove hanno ricevuto il saluto delle autorità.

Presenti accanto al Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Sebastiano Favero il vicepresidente del Senato Ignazio La Russa, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta con i vertici delle Forze Armate, il Capo di Stato Maggiore della Difesa gen. Enzo Vecciarelli, dell’Esercito gen. Salvatore Farina e il comandante delle Truppe Alpine gen. Claudio Berto.

Adunata alpini Milano

Il corteo è stato aperto dai reduci, dagli alpini delle Sezioni Ana all’estero, seguiti da quelli delle Sezioni italiane che hanno ricevuto gli applausi dei cittadini accorsi in piazza Duomo e lungo tutto il percorso. Tanti gli striscioni in sfilata che hanno celebrato il Centenario dell’Associazione Nazionale Alpini, nata nel capoluogo lombardo nel 1919 e ricordato con il motto “100 anni di coraggioso impegno”.

In sfilata anche i centenari Giovanni Alutto (102 anni) e Silvio Biasetti di 106 anni, l’unica Medaglia d’Oro in servizio il serg. magg. Andrea Adorno e in ricordo dell’ultimo mulo “najone” il basto di Iroso, scomparso pochi giorni fa.

Adunata alpini Milano

Hanno chiuso gli alpini di Milano e il Comitato Organizzatore dell’Adunata che hanno ricevuto gli applausi finali, prima della cerimonia del passaggio della stecca tra il presidente della Sezione milanese Luigi Boffi e Vittorio Costa della Sezione Bolognese Romagnola – presenti i sindaci Giuseppe Sala, Andrea Gnassi e i rappresentanti della Repubblica di San Marino – perché nel 2020 l’Adunata si terrà a Rimini-San Marino. Alle 21 la cerimonia dell’ammainabandiera.

Il bilancio della tre giorni di manifestazione è di circa 500mila presenze in città, 120mila visitatori alla Cittadella Alpina (record assoluto) e in migliaia alle mostre organizzate per l’occasione al Castello Sforzesco e in altri luoghi simbolo.

Adunata alpini Milano

IL MESSAGGIO DI MATTARELLA – “Il centenario dell’Associazione Nazionale Alpini rappresenta una ricorrenza di cui l’intero Paese va orgoglioso – ha scritto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio inviato al Presidente Nazionale dell’Associazione Nazionale Alpini, Sebastiano Favero -. 
Le Penne nere identificano una lunga e nobile tradizione di coraggio, sacrificio e dedizione incondizionata a servizio della nostra comunità, nel segno di una profonda e convinta affermazione della indivisibile identità nazionale e della solidarietà che affratella ovunque le genti di montagna”.

“
Il Corpo degli Alpini, erede di una gloriosa tradizione, rappresenta ancor oggi una componente d’eccellenza dello strumento militare nazionale, con capacità operative esclusive sui terreni più ardui ed impegnativi, sul suolo patrio e nelle missioni all’estero svolte a salvaguardia della sicurezza per l’affermazione dello stato di diritto. 
In questo giorno di festa desidero rivolgere un commosso pensiero agli Alpini “che sono andati avanti”, ai caduti della specialità, e inviare a tutti i partecipanti all’adunata un caloroso augurio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.