Imu e Tasi si pagano anche online: a Piacenza arriva lo Sportello del contribuente

Sarà operativo dal 13 maggio lo Sportello del contribuente: un ufficio sempre aperto, 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno, grazie al quale il cittadino può ricevere tutte le informazioni tributarie che lo riguardano, organizzate con un criterio cronologico e suddivise per aree tematiche.

Il nuovo servizio è stato presentato in Municipio a Piacenza dal sindaco Patrizia Barbieri, insieme al vicesindaco Elena Baio, all’assessore al Bilancio e al Personale, Paolo Passoni, al direttore generale Roberto Gerardi e al dirigente del Servizio Entrate, Monica Savi.

“Il nostro obiettivo – commenta il sindaco – è quello di rendere il Comune e la macchina amministrativa sempre più efficace ed efficiente, caratterizzato da trasparenza, accessibilità e chiarezza nei rapporti con il cittadino. Quello che presentiamo oggi – e ringrazio di cuore il direttore Roberto Gerardi e il suo staff, il Servizio Entrate, la dirigente Monica Savi e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione – è uno strumento agile ed efficace che va incontro al cittadino su un tema particolarmente sensibile, ma ostico, quale il pagamento dei tributi”.

“E’ una possibilità in più a disposizione dei singoli cittadini e delle imprese, che potranno comunque sempre accedere ai canali tradizionali. In una società che va sempre più veloce e che richiede risposte immediate, disponibilità e trasparenza, pensiamo che questo servizio possa rappresentare un modo efficace per venire incontro alle esigenze del contribuente e aiutarci a costruire un rapporto più diretto e positivo tra il Comune e il cittadino”.

SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE – LA PRESENTAZIONE

“Si tratta di un progetto strategico, avviato mesi fa, che ritengo molto avanzato – dichiara l’assessore al Bilancio Paolo Passoni -, questo perché gli immobili di ciascun contribuente si trovano già pre-caricati nel database dello Sportello web. Questo canale si aggiunge a quelli tradizionali già esistenti per rendere più semplice e digitale il rapporto dei cittadini con il Comune. Abbiamo infine pensato anche a un ambiente digitale dedicato ai Caf del territorio, il quale sarà messo a disposizione dei loro assistiti”.

“Siamo soddisfatti – le parole del direttore generale del Comune Roberto Gerardi – dell’avvio di questo percorso che rappresenta una delle iniziative che compone il progetto Piacenza Smart City, al quale stiamo lavorando da alcuni mesi e che intende riposizionare Comune e città su livelli più avanzati rispetto alle modalità più efficaci per l’erogazione dei servizi alla collettività”.

“E’, al tempo stesso, un’azione che conferma l’ottimo lavoro di squadra che gli uffici comunali sono in grado di svolgere se adeguatamente guidati verso l’innovazione di processo e di prodotto. Nell’ambito dello stesso progetto Smart City, nelle prossime settimane sarà presentato un altro importante servizio innovativo, anch’esso collegato allo sportello del contribuente”.

“Realizzato grazie al lavoro congiunto del Servizio Entrate e dello staff del direttore generale – spiega l’assessore Passoni – è un progetto di innovazione e testimonia gli sforzi che il Comune fa ogni giorno per rendere la Pubblica Amministrazione concretamente al servizio dei propri cittadini. Un dato importante su cui mi soffermo è la semplificazione, cioè mettere a disposizione uno strumento per gestire temi complessi come la fiscalità locale”.

“Lo sportello del contribuente – precisa a questo proposito il vice sindaco Elena Baio – è solo uno dei tanti tasselli che costruiranno il nostro progetto di Smart City, su cui assessorati e uffici stanno fattivamente lavorando dal momento del nostro insediamento e che sono certa garantirà ai piacentini una serie di strumenti innovativi per rendere più facile, veloce e moderno, l’accesso a tutti i servizi comunali”.

“Lo Sportello – aggiunge la dirigente del Servizio Entrate Monica Savi – si inserisce in un percorso intrapreso dall’ufficio, volto al miglioramento delle relazioni con il contribuente, concretizzatosi nelle seguenti attività: creazione di un ambiente dedicato a ricevere l’utenza; ricevimento su appuntamento per le pratiche più complesse; messa a disposizione sul sito del Comune di un calcolatore IMU/TASI senza necessità di alcuna registrazione; possibilità concessa ai contribuenti di sanare l’omesso pagamento dell’IMU e della TASI applicando sanzioni ridotte”.

Attraverso lo Sportello, il cittadino, una volta entrato nella propria Area riservata con le credenziali SPID, ha accesso ad una serie di servizi tributari: consultare la propria posizione immobiliare e i versamenti IMU/TASI effettuati; calcolare le imposte in autoliquidazione partendo dalla propria posizione patrimoniale come risulta nelle banche dati comunali, con possibilità di modificarla; stampare il modello F24 oppure pagare online le imposte con la carta di credito; comunicare con l’Ufficio attraverso un servizio di messaggistica.

Inoltre, i contribuenti potranno compilare e trasmettere online (con protocollazione automatica) le dichiarazioni e le autocertificazioni IMU/TASI, per beneficiare delle agevolazioni previste dalla normativa statale e comunale.

“I benefici – sottolinea l’assessore Passoni – sono molteplici: lo Sportello web rende più facile e immediato assolvere agli obblighi tributari, perché dà accesso in ogni momento ai propri dati e consente di pagare con carta di credito; è rivolto non soltanto ai cittadini e alle imprese ma anche ai Centri di Assistenza Fiscale”.

Per accedere al servizio è necessario collegarsi al sito istituzionale www.comune.piacenza.it con le proprie credenziali SPID. “Pagare i tributi sarà più semplice – assicura l’assessore Passoni – perché non si è costretti a spostarsi né essere legati a orari prestabiliti: basta avere una connessione Internet e una carta di credito”.

Lo sportello non sostituisce i canali tradizionali, ma offre una modalità alternativa veloce e sicura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.