Incredibile Bakery, rimonta da meno 14 e vince a Legnano

Più informazioni su

Il cuore Bakery non muore mai. Incredibile vittoria della formazione biancorossa che, con 14 punti da recuperare negli ultimi 7 minuti, sfodera un 20-4 di parziale e forza la quinta e decisiva partita della serie.

Dopo un primo tempo equilibrato, ed un terzo periodo nero da 24-9 per i Knights, Piacenza pesca dal serbatoio delle energie nascoste e con la classe di Appling e Green vince una partita da batticuore.

Partenza lanciata, come il migliore degli sprinter, per la Bakery Piacenza che dopo 3 minuti di gioco fa siglare un vantaggio in doppia cifra sul 2-13. Coach Mazzetti chiede immediatamente un timeout ed i suoi escono dalla pausa con la faccia delle grandi occasioni. Bortolani e Bianchi timbrano le triple del possibile pareggio, ma Guerra e poi capitan Perego rispediscono i tentativi al mittente. Tentativo che ritorna poco dopo sotto forma di Raffa (7) che sul suono della sirena scrive +1 a tabellone.

Il secondo parziale, a contrario del primo vive, nettamente di più sul filo dell’equilibrio. Bortolani sgasa a tutta velocità, ma sono Perego ed Appling a piazzare la Bakery sul +5, con il canestro del 24-29. Ferri (11) non ci sta, e con due bombe mancine rimette le cose a posto per i Knights. Piacenza ha tutta un’altra faccia rispetto a venerdì sera, e con super parziale da 4-12 mette il punto esclamativo sul finire del tempo. Appling arriva a 15 ed un solido Filippo Guerra gli fa da eco con 8 punti.

È Castelli a rientrare nel migliore dei modi dalla pausa lunga e, con l’arrivo della sua doppia cifra, viene mantienuto anche il vantaggio di 5 punti per la truppa del presidente Beccari. La Axpo inizia a cambiare marcia e con lei si mette in partita anche il PalaBorsani: canestri di Raffa, canestri di Thomas et voilà, +4 sul 53-49. Poco dopo Castelli commette un’ingenuità e regala i liberi a Legnano con il suo fallo misto al tecnico. I Knights prendono ritmo e con un Thomas ancora di livello superiore allungano sul +10 sul finire della terza fatica.

Nel quarto e decisivo periodo il cuore viene messo a dura prova. La squadra di Mazzetti non si volta indietro ed allunga. Serpilli timbra il +12, Thomas il +14. Di Carlo chiama timeout con la Bakery alle corde sotto 68-54. Legnano è pronta a far partire la festa salvezza, ma in quel momento esce il cuore dei campioni piacentini. Green piazza 8 punti filati e riapre tutto. Immediatamente dopo Appling segna il -4 e i padroni di casa tremano. È rottura prolungata in casa Knights mentre i piacentini sono in fiducia.

Fiducia perfettamente espressa in campo da Appling che prima mette due bombe filate e trova il pari, e dopo pesca il fallo per la lunetta che vale il nuovo vantaggio. Legnano pareggia ma è ancora l’ex Orlando Magic con una magia a restituire due punti di leadership ai suoi. L’ultimo tiro è per le mani di Bianchi ma si stampa su ferro. Bakery e Legnano si affronteranno nel quinto e decisivo episodio.

Axpo Legnano 72 – 74 Bakery Piacenza (21-20; 36-41; 60-50)

Legnano: Raffa 19, Thomas 26, Laganà, Bianchi 3, Ferri 11, Bortolani 7, Coraini NE, Bozzetto 4, Biraghi NE, Berra NE, Corti NE, Serpilli 2. All. Mazzetti

Piacenza: Castelli 13, Appling 29, Green 8, Spera 4, Perego 6, Cassar, Guerra 8, Pederzini NE, Pastore 6, Bracchi NE. All. Di Carlo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.