La Vigor Carpaneto riparte dal suo bomber: Julien Rantier ancora biancazzurro

La Vigor Carpaneto 1922 riparte dal suo bomber. La formazione piacentina di serie D annuncia la conferma nella nuova rosa dell’attaccante francese Julien Rantier, classe 1983 e che in carriera vanta eccellenti trascorsi nelle serie superiori arrivando ad accarezzare la serie A con l’Atalanta.

Carpaneto, dunque, riparte dal suo bomber, che si appresta a vivere il suo terzo anno alla corte del presidente Giuseppe Rossetti, facendo coincidere la sua presenza con la storia del sodalizio piacentino nella quarta serie, dove il paese sarà presente per la terza volta. La nuova Vigor, dunque, posa la prima pietra in campo dopo il tassello inaugurale in panchina, dove è stato confermato Marco Veronese, subentrato nella scorsa stagione a marzo al collega Stefano Rossini.

Una conferma, quella di Rantier, sicuramente di peso per la compagine piacentina, con Julien che ha saputo farsi apprezzare per le proprie doti umane e anche tecniche; anche i gol –linfa vitale per ogni attaccante –  non sono mai mancati, anzi. Quindici i centri nel primo anno in biancazzurro, record personale a Carpaneto poi battuto nella stagione conclusa da qualche settimana, chiudendo l’anno calcistico a quota 18 reti (17 in campionato e una in Coppa Italia).

“Rantier – le parole del presidente Rossetti – non ha bisogno di presentazioni, si è presentato da noi il primo anno in modo stupendo, si è adattato a tutti i ruoli in campo e non ho parole per un professionista e un ragazzo esemplare, che ha anche allenato anche i nostri 2009.  Ha avuto un rendimento molto alto ed è un piacere averlo ancora con noi, rappresentando una conferma importantissima”.

“La mia scelta iniziale – le parole del giocatore – era quella di avvicinarmi a casa e trovare una società seria dove esprimere il mio gioco, il mio sapere anche al di fuori dal campo. A Carpaneto ho trovato fin da subito tutte le risorse di cui necessitavo e proseguire insieme questa avventura può solo che farmi piacere. Ringrazio il presidente per l’opportunità di continuare e crescere”.

“La scorsa stagione è stata più che positiva, un’annata straordinaria a livello personale e di squadra, dove ci siamo tolte tantissime soddisfazioni, scrivendo un’altra pagina di storia del Carpaneto: giocare al Mapei Stadium, al Braglia, battere 3-0 il Modena in casa sono ricordi indelebili. L’unico neo è stato forse il cambio di mister: ho grandissima stima per mister Rossini, che ha svolto un ottimo lavoro nell’anno e mezzo con noi. Poi è arrivato mister Veronese, anche lui artefice di un ottimo lavoro. Per quanto mi riguarda, io punto sempre a migliorarmi, anche in campo, a partire da ogni allenamento. I gol? Cercherò di farne ancora di più”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.