Le scuole piacentine si mettono in rete: siglato l’accordo contro la dispersione scolastica

Le scuole di Piacenza si mettono in rete per combattere la dispersione scolastica.

E’ stato firmato – dai rappresentanti degli istituti presenti – nella mattinata del 28 maggio presso l’aula consiliare del Palazzo della Provincia di Piacenza l’accordo – con valenza pluriennale – sul progetto “Piacenza – Orienta“.

La nuova rete racchiude scuole medie e superiori, pubbliche e paritarie, insieme a sei enti di formazione della provincia e si propone di dare vita ad alcune iniziative volte al contrasto di criticità che riguardano la dispersione e gli insuccessi scolastici, coinvolgendo alunni, insegnanti e famiglie.

Firma dell'accordo del progetto Orienta con Simona Favari

“Un progetto molto ampio che vede Piacenza impegnarsi su un terreno comune per contrastare la dispersione e le difficoltà che gli studenti affrontano durante tutta la loro carriera scolastica – ha spiegato Simona Favari, dirigente scolastico del Liceo Respighi, capofila della rete Orienta -. Il nostro scopo è quello di sostenere gli apprendimenti per limitare al massimo gli insuccessi, che attualmente riguardano il 10% della popolazione scolastica che non riesce a portare a termine gli studi”.

“Le prime azioni sono già state messe in campo. In questa prima fase di avvio della Rete ci stiamo concentrando sul segmento che riguarda il passaggio dalle medie alle superiori – la fascia più sensibile – per cui abbiamo organizzato degli Open Day in edizione primaverile pensati per le seconde medie”.

“Le iscrizioni per le superiori si stanno via via anticipando – ha fatto presente Favari –  la Rete ha quindi organizzato un calendario unitario di Open Day a cui hanno partecipato tutte le scuole e che hanno avuto una grandissima affluenza. In autunno partiranno poi attività formative rivolte sia alle famiglie che agli studenti e agli stessi docenti, in modo che la conoscenza reciproca sia sempre più consolidata e si riescano a mettere in campo azioni efficaci”.

“Gli interventi previsti nell’allegato tecnico dell’accordo sono in tutto dieci, programmati per il prossimo triennio. Tra questi, particolarmente significativa è quella che realizzeremo insieme alla facoltà gestionale del Politecnico di Milano, che effettuerà una ricerca approfondita sugli studenti della provincia di Piacenza, utilizzando i dati Invalsi e quelli forniti della scuola. Lo scopo è avere un sistema informativo che ci permetta di riflettere sulla situazione prima di intervenire con azioni pedagogiche e di orientamento”.

Firma dell'accordo del progetto Orienta con Simona Favari

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.