Le truffe sul trading online: sintomi e avvertenze

Più informazioni su

I dati della Consob per l’inizio del 2019 servono a darci una vaga idea delle proporzioni del fenomeno delle truffe delle false piattaforme di trading online: in pochi mesi, infatti, la Consob ha ordinato la chiusura di 34 siti e 3 pagine Facebook che promettevano investimenti assolutamente truffaldini, privi di alcun fondamento reale.

Un falso broker è capace di privarvi completamente dei vostri risparmi attraverso una strategia assai efficace di convincimento e menzogne. Attraverso e grazie la guida di leopzionibinarie.it, vi riportiamo di seguito il metodo più pratico ed efficace per riconoscere un vero broker da uno fasullo e per scongiurare il rischio di un trading online truffa.

La prima telefonata: cosa dicono e cosa rispondere – Molte guide consigliano direttamente di non rispondere a operatori con prefisso telefonico di paesi stranieri. I più gettonati al momento sono i paesi balcanici e l’Inghilterra (prefisso +44). Nel caso in cui non siate affatto interessati al trading online, questa è sicuramente la via più breve per non incorrere in truffe.

Nel caso in cui, invece, il mondo del trading online vi ha affascinato e volete provare a realizzarvi in esso senza incorrere in truffe e imbrogli, decidere di non rispondere potrebbe non essere sempre e comunque la risposta adeguata.

Per poter rispondere a queste telefonate, tuttavia, dovete necessariamente avere a disposizione un computer o qualsiasi altro mezzo capace di effettuare veloci ricerche su internet. L’operatore, infatti, molto spesso inizierà a recitare il suo copione, proponendovi percentuali di guadagno e di rischio non sempre corrispondenti al vero. Per sapere se si tratta di una truffa o semplicemente di una strategia di marketing dovrete informarvi e verificare:

  • Nome del broker, per ricercare velocemente su internet opinioni a riguardo. Le opinioni, infatti, spesso dicono di più della pagina web;
  • Nome della compagnia che gestisce e possiede la piattaforma, in modo da poter verificare se è registrata presso gli organi competenti, la CySec o, in particolare in Italia, la Consob;
  • Indirizzo degli uffici, da controllare rigorosamente attraverso Google Maps: molto spesso, infatti, i broker truffatori rilasciano indirizzi falsi che rimandano a complessi residenziali o villette in varie parti del mondo;

Se queste tre informazioni confermano i vostri sospetti, allora saprete per certo che si tratta di un broker truffa; in caso contrario potrete procedere cautamente alle successive domande nel caso in cui vogliate iniziare a fare trading online con loro.

Sapere come si svolge una truffa è importanteLa truffa spesso e volentieri inizia con una telefonata: gli operatori che vi parleranno spesso avranno un forte accento straniero e inizieranno a comunicarvi cifre completamente inventate (profitti del 120%, rischi irrisori, tempistiche improponibili, di qualche settimana o un mese per registrare guadagni eccessivi).

Inizieranno, poi, a decantarvi le lodi e i meriti della compagnia di broker che vi stanno pubblicizzando per farvi iscrivere al sito.

Una volta iscritti al sito verrete contattati dal consulente, il quale completerà la parte iniziale dell’inganno in quanto non solo confermerà le parole dell’operatore, ma vi riporterà anche altre informazioni aggiuntive, spesso edulcorate da termini in gergo, che vi convinceranno, infine, a investire un’iniziale piccola somma (spesso di poche centinaia di euro).

La truffa allora prosegue: la compagnia vi mostrerà inizialmente, attraverso estratti conto falsificati, profitti sui vostri investimenti che corrispondono alle loro promesse, ma che sono assolutamente inesistenti, e vi chiederanno di investire ancora e ancora, con capitali sempre maggiori.

A quel punto si inizierà a delineare il problema: quando avrete investito una cifra considerevole e vorrete incassare i vostri investimenti, o semplicemente avete finito i risparmi da investire, il broker truffa scomparirà. A quel punto sarete abbandonati a voi stessi: raramente si riesce a rintracciare la sorgente della piattaforma ed è pressoché impossibile che voi recuperiate i soldi investiti.

Contro le truffe, la prima e più importante arma di difesa è l’informazione. È per questo che leopzionibinarie.it assume un ruolo fondamentale, fornendo un’informazione dettagliata e aggiornata sui dettagli e i particolari del mondo del trading online.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.