L’Everest vince con la Canottieri Milano e consolida il secondo posto

Più informazioni su

Quinta giornata di ritorno del campionato di pallanuoto di serie C (girone 1) da incorniciare per l’Everest Piacenza: il settebello piacentino oltre a vincere contro la Canottieri Milano si riporta ad otto punti di distanza dall’Aquatica Torino, sconfitta di aver perso tra le mura amiche contro il Busto per 3 a 5.

Si torna quindi alla situazione di due settimane fa, ma con la sostanziale differenza che più il campionato va avanti meglio è per il vantaggio dei piacentini, che occupano questo preziosissimo secondo posto utile per andare allo spareggio secco per l’accesso alla serie B. Mancano a questo punto sei giornate alla fine del torneo, prevista per il 6 luglio: la squadra di Fresia deve affrontare un calendario più difficile di quello dei torinesi, ma il ritorno a più otto punti dà maggior sicurezza alla giovanissima squadra piacentina.

La partita contro la Canottieri Milano è stata vinta con troppa fatica, forse per la ruggine lasciata dalla sconfitta di sabato scorso o per l’eccessiva prestazione negativa di qualche giocatore; per contro rallegrano la ripresa di alcune pedine importanti nello scacchiere di Fresia, quali Bianchi e Zanolli.

Testimonianza di un Piacenza disattento e disorientato è il doppio svantaggio iniziale rimediato dai piacentini, che nelle fasi iniziali non pungono in attacco, mentre sull’altro fronte Pessina in superiorità e Biroli in controfuga portano il risultato sullo 0 a 2. Di fatto, però, lo spessore della squadra ospite non è in grado di impensierire troppo il Piacenza, che dopo aver fallito una superiorità trova con Bianchi la via del goal grazie ad una soluzione personale. Siamo a metà tempo e Fanzini, immediatamente dopo, smanaccia una palla vagante in rete. La partita non è per nulla accattivante e ad un minuto dalla fine del primo tempo ancora Bianchi realizza in superiorità ben servito da Alessio.

Con il risultato sul 3 a 2 la partita va al secondo tempo, dove per un lungo periodo più che giocare bene entrambe le difese, a far brutta figura sono soprattutto le deboli azioni offensive sia dei padroni di casa che degli ospiti. A questo punto emerge la miglior qualità dei piacentini, che grazie a Branca in controfuga e a Zanolli quasi completamente libero porta l’Everest sul 5 a 2. Mancano circa due minuti, ed al primo tiro in porta degli ospiti arriva il goal grazie a Pessina dal perimetro. Replica immediata di Zanolli che fulmina Ferrari e riporta a più tre i suoi alla fine del secondo tempo.

Nel terzo tempo in un solo minuto la Canottieri Milano sbaglia due superiorità ed una terza viene fallita dopo il goal del 7 a 3 firmato da Merlo che, con una giocata da campione, dribbla Pessina e va in goal. Bianchi firma l’8 a 3 in superiorità grazie ad una giocata veloce con assist di Cighetti in superiorità e, sempre in superiorità, arriva la rete di Pessina che accorcia. Questa rete riaccende la “vis pugnandi” della Canottieri, che realizza ancora con il solito Pessina con una rovesciata da posizione angolata e, mentre l’attacco piacentino continua a faticare ad attaccare la zona ad M dei milanesi, gli stessi colpiscono ancora con Biroli accorciando le distanze.

Si va al quarto tempo, e dopo essersi portati a più cinque i piacentini si ritrovano a più due; proprio a sottolineare il momento delicato della partita, all’inizio del quarto tempo Tomassetti realizza sui due metri in superiorità; 8 a 7 e tutto da rifare all’inizio del quarto tempo. Ed è proprio nei suoi uomini chiave che il Piacenza trova la reazione giusta: in primis col rigore trasformato bellamente da Merlo, poi col preciso tiro di Cighetti in superiorità ed infine con Bianchi, liberatosi bene nella difesa avversaria. Tre reti in un minuto e mezzo che portano il giovanissimo settebello piacentino sull’11 a 7 ad un minuto dalla fine.

La rete in superiorità di Pessina, nell’ultimo minuto di gioco, non sarà sufficiente per evitare ai piacentini di conquistare tre punti che forse saranno i più importanti del campionato. Tutti contenti sulla notizia di quanto accaduto a Torino, ma il Piacenza deve velocemente riassettarsi se vuol puntare a questo secondo posto che può valere una promozione.

CAMPIONATO DI SERIE C – GIRONE 1

EVEREST PIACENZA PALLANUOTO 2018 – CANOTTIERI MILANO 11 – 8 (3-2) (3-1) (2-3) (3-2)

PIACENZA: Bernardi , Branca, Alessio 2, Nani , Martini, Bianchi 3, Merlo 2, Fanzini 1, Cighetti 1, Zanolli 2, Mastrogiovanni, Maglione, Sartori. All. F.Fresia

MILANO: Ferrari, Celoria, Tedoria, Bracco, Fichera, Biroli 2, Marini, Pessina 5, Colombo, Tomassetti 1. All. Tufan

Sup Num: Piacenza 3/7 Milano 4/9

Rigori: Piacenza 1/1 Milano 0/0

Arbitro: Scarciolla

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.